26112021Headline:

Regali di Natale, ma quanto ci costate?

Secondo l'Adoc la media per consumatore è di 227 euro (23,5 per ogni dono)

Per i regali natalizi, il budget per ogni consumatore è in media di 227 euro

Per i regali natalizi, il budget per ogni consumatore è in media di 227 euro

Atmosfera natalizia, tempo di regali (da fare e da ricevere). Binomio che va molto di moda in queste settimane e che raggiungerà l’apice nei giorni immediatamente precedenti al Natale. Perché una confezione da infilare sotto l’albero di Natale non si nega a nessuno. Ci ha pensato l’Adoc (Associazione difesa orientamento consumatori) a fare un sondaggio per capire come stanno le cose in questo dicembre 2016 e il primo dato che balza agli occhi è che la disponibilità di spesa per ogni singolo consumatore sarà inferiore a quella dello scorso anno. Bella scoperta, si dirà, perché ce ne accorgiamo da soli che i soldi in tasca sono sempre meno e che c’è da tirare la cinghia un po’ di più prima di pensare al regalino natalizio. Le statistiche valgono per quello che sono: semplicemente indicatori. E allora ecco che  il budget medio a disposizione di ognuno di noi è pari a 227 euro (che non sarebbe nemmeno a poco, a pensarci bene…), ma per il 44% dei consumatori il budget è inferiore ai 200 euro (cifra decisamente più realistica). In realtà, la stragrande maggioranza si limita allo stretto indispensabile: in pratica, si fanno regali quando proprio non se ne può fare a meno.

“Anche quest’anno la spesa per i regali di Natale sarà molto contenuta – sottolinea Mauro Belli, presidente di Adoc  Viterbo – anzi, per il 66% dei consumatori la spesa disponibile è inferiore allo scorso anno. Un dato che conferma anche il calo del numero di acquisti: per il 72% dei consumatori quest’anno si faranno meno regali, in media 9,6 doni per consumatore”.

In tema di numeri, vale la pena ricordare che il 34% dei consumatori hanno indicato una disponibilità tra i 200 e i 400 euro (con una media ponderata di 227 euro a cranio, come detto), mentre solo il 6% ha a disposizione cifre maggiori a 700 euro (beati loro). “Il dato che colpisce – aggiunge Belli –  è che ben il 44% dei consumatori ha un limite di spesa inferiore ai 200 euro con un costo medio del singolo regalo pari a 23,5 euro”. Quali sono invece le tipologie di regalo più gettonate? Al primo posto i prodotti hi-tech che hanno ottenuto il 43% delle preferenze, seguite dai prodotti ludici (39%) e enogastronomici (25%); seguono i beni culturali (20%), abbigliamento e calzature (22%) e buoni acquisto o coupon (13%). “Va segnalato – sempre lui – come molti consumatori facciano di necessità virtù, tanto che l’8% dei regali sarà infatti riciclato o fai-da-te”.

Mauro Belli, presidente di Adoc Viterbo

Mauro Belli, presidente di Adoc Viterbo

Per quanto riguarda il luogo di acquisto, ancora oggi il negozio tradizionale ottiene il massimo delle preferenze (46%), tallonato però abbastanza da vicino dal negozio online (42%). “Segno evidente – commenta Mauro Belli – di come i consumatori italiani stiano sempre di più prendendo fiducia nel commercio elettronico e negli acquisti sul web. Anche grazie alla maggiore sicurezza e garanzia negli acquisti in rete, soprattutto se effettuati presso le aziende del circuito Netcomm, che hanno aderito al protocollo di Conciliazione Paritetica”. Quest’ultima opzione è un metodo di risoluzione stragiudiziale delle controversie che permette di dirimere i contenziosi tra consumatori e aziende in maniera rapida, semplice ed economica. Si basa su protocolli sottoscritti tra le associazioni dei consumatori e la singola azienda (o associazione di categoria) che stabiliscono le regole cui le parti devono attenersi per risolvere le singole controversie.

In ogni caso, rimangono comunque apprezzati i mercatini tipici (18%), all’ultimo posto gli outlet (10%).

Buon regalo a tutti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da