13112018Headline:

Adesso una Regione equa e sostenibile

Con la manovra di bilancio 2017-2019 si apre una nuova fase di rilancio

Il palazzo della Regione Lazio

Il palazzo della Regione Lazio

Meno pressione fiscale con la riduzione dell’addizionale Irpef, abolito l’extra ticket sanitario regionale, risanamento e investimenti nel campo della sostenibilità. Sono questi gli elementi che caratterizzano la manovra di bilancio 2017-2019 approvata, dopo intense settimane di lavoro in Commissione bilancio e poi in Aula, e che rappresentano una Regione Lazio guidata dal Presidente Zingaretti fuori dal tunnel dei debiti ereditati, più equa, più sostenibile, in piena fase di rilancio e innovazione grazie alle buone politiche intraprese dall’inizio della legislatura. Le politiche di sostenibilità ambientale giocano un ruolo centrale: le risorse per il funzionamento e i progetti dei Parchi sono aumentate e fissate in circa 7 milioni di euro nel 2017, ci sono i 76,1 milioni nel triennio 2017-2019 finalizzati all’incremento della raccolta differenziata, 82 milioni di euro per la difesa delle risorse idriche e difesa del suolo, 930 milioni di euro per il trasporto pubblico locale, agevolazioni tariffarie e contratto Trenitalia.

Vengono concretizzate, finanziate ed inserite nel quadro normativo regionale grazie all’approvazione di miei emendamenti, alcune tematiche sulle quali ho iniziato a lavorare dall’inizio della legislatura: i Contratti di Fiume attraverso i quali la Regione si dota di un importante strumento di programmazione strategica per la riqualificazione delle acque e la salvaguardia dal rischio idraulico, attivando processi partecipati e volontari; la sorveglianza sanitaria per coloro che sono esposti, ex esposti e potenzialmente esposti all’amianto; la contabilizzazione nel bilancio della Regione Lazio anche dell’immenso capitale naturale di cui disponiamo. Ottimi risultati che dimostrano che partecipazione, rete e contatto con i cittadini sono le parole chiave per fare della nostra Regione un modello di sviluppo sostenibile e innovativo, offrendo servizi con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Il Consiglio regionale

Il Consiglio regionale

Si chiude così un anno importante, non privo di difficoltà e dolore come quello provocato dal terremoto che ha colpito le comunità della nostra regione, che ha visto tra i provvedimenti approvati la legge sulla filiera corta, l’introduzione della tariffazione puntuale sui rifiuti, la normativa per la diffusione del verde pubblico e privato, la riforma della governance dei parchi e l’istituzione di nuove aree protette, e con questa manovra abbiamo posto le basi per continuare sulla strada tracciata.

Cristiana Avenali

Consigliera regionale del PD

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da