30052020Headline:

E adesso che il postino fa mezzo servizio?

Il presidente della Provincia, Mauro Mazzola chiede un incontro a Poste Italiane Spa

Un postino

Un postino

Da qualche tempo i cittadini del viterbese sono preoccupati per la loro posta, dal primo febbraio, infatti, Poste Italiane Spa ha deciso di ridurre il servizio di consegna della corrispondenza, i recapiti avverranno a giorni alterni e questo preoccupa non poco cittadini e amministrazioni locali, visto che in alcuni casi, ricevere lettere o pacchi in un determinato giorno è di fondamentale importanza. Dunque se il servizio postale italiano non supporta questa esigenza costringe la popolazione a rivolgersi ai concorrenti con aumenti di costo del servizio. Per ovviare al problema è sceso in campo anche il presidente della Provincia di Viterbo Mauro Mazzola che spiega: “Ho recentemente appreso la notizia della riduzione del servizio di consegna della corrispondenza da parte di Poste Italiane che interesserà anche il nostro territorio.  Sono convinto che tale operazione creerà soltanto difficoltà. È per questo che ho ritenuto opportuno informare immediatamente i vertici di Poste SpA della mia contrarietà, attraverso una lettera inviata al Presidente e all’Amministratore delegato e Direttore generale di Poste Italiane e che è stata trasmessa per conoscenza anche al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, al Presidente della Regione Nicola Zingaretti ed al Presidente dell’ANCI azionale Antonio De Caro”.

Mauro Mazzola, presidente della Provincia di Viterbo

Mauro Mazzola, presidente della Provincia di Viterbo

La riduzione del servizio di consegna della posta è prevista a partire dal prossimo mese di febbraio, e riguarderà la maggior parte dei Comuni del territorio provinciale. Proprio per questo Mazzola sostiene che: “In qualità di Presidente della Provincia, ho espresso il mio più convinto disappunto nei confronti dell’adozione di un provvedimento che riorganizza il servizio di recapito della corrispondenza, senza aver fornito preliminarmente alcun tipo di informazione. La consegna della posta è un servizio da sempre molto caro ai cittadini e la nuova riorganizzazione, che prevede il recapito a giorni alterni, porterà sicuramente disagi. Poste Italiane, per tradizione, ha da sempre accompagnato da vicino le famiglie italiane, contribuendo alla modernizzazione del Paese. Oggi, l’incomprensibile e drastica scelta di ridurre il servizio, oltre a non assicurare il mantenimento della qualità dei servizi ai cittadini, preoccupa fortemente anche per le gravissime ripercussioni a livello occupazionale”.

Infine proprio per risolvere al più presto il problema il presidente Mazzola annuncia che: “Per dare voce alle istanze dei cittadini che sono già in allarme sulla riduzione del servizio ed accogliendo gli appelli dei Sindaci del viterbese, ho richiesto a Poste Italiane un incontro urgente, alla presenza di una delegazione di sindaci dei territori interessati, per valutare congiuntamente e tenere in debita considerazione i bisogni della cittadinanza che meritano la giusta e dovuta considerazione”. Vedremo se Poste Italiane Spa accetterà l’incontro e soprattutto se deciderà di tornare sui suoi passi ripristinando la consegna della corrispondenza a pieno servizio.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da