19022017Headline:

Il ruolo delle Banche Centrali messo a dura prova dalla politica

Gli analisti sottolineano che il ruolo delle Banche centrali dei paesi sviluppati non sarà per nulla facile

In fatto di tassi, valute e politiche monetarie il 2017 sarà un anno dalle dinamiche in continua evoluzione. Gli analisti sottolineano che il ruolo delle Banche centrali dei paesi sviluppati non sarà per nulla facile e scontato. Le Banche centrali responsabili delle tre valute più importanti ovvero dollaro, euro e sterlina, dovranno fare i conti con le richieste sempre più insistenti del comparto politico.

E’ prevista infatti un’intromissione sempre più pressante da parte dei governi politici sugli istituti di emissione pubblica, che dovrebbero occuparsi di gestire la politica monetaria dei Paesi senza interventi perentori da parte degli apparati politici.

Gli analisti parlano di segnali sempre più evidenti in questa direzione e a nulla sembra valere la riforma, messa in atto già da tempo, che dava alle Banche centrali un ruolo di estrema indipendenza nella gestione monetaria. Non sarà un anno facile ma soprattutto le Banche centrali sosteranno l’importanza del loro ruolo, senza farsi mettere all’angolo.

A sottolineare con forza che è necessario non “allentare le regole” ha pensato Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea (Bce), i giorni scorsi, all’indirizzo dell’Europarlamento. “Guardiamo con preoccupazione a annunci di potenziali misure protezionistiche ha spiegato -. L’Ue è stata creata sulle basi del libero scambio. L’idea di ripetere le condizioni che hanno portato alla crisi finanziaria è qualcosa di molto preoccupante. L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno è l’allentamento delle regole”.

banche centrali viterbo news“Il fatto che non abbiamo visto svilupparsi rischi per la stabilità finanziaria è una ricompensa per le azioni intraprese da regolatori e legislatori sin dallo scoppio della crisi” ha rimarcato ancora Draghi.
Segnali specifici di controversie accese fra governi politici e banche centrali si sono evidenziati nei rapporti che hanno contrapposto recentemente il nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump alla presidente della Federal Reserve Janet Louise Yellen, che ha rivendicato in più occasioni l’autonomia delle banche centrali dalla politica.

Rapporti tesi anche fra il Primo ministro del Regno Unito Theresa May e Mark Carney Governatore della Banca d’Inghilterra (Bank of England – BoE) che, sentitosi sotto tiro, non ha esitato a spiegare con estrema decisione come la politica dimostri di ignorare che le Banche centrali sono nate indipendenti.

“Alcuni politici a varie latitudini (Germania, India, Turchia, Stati Uniti) sembrano aver dimenticato che le Banche centrali sono state create indipendenti ma la tendenza a disquisire sulle loro azioni – pure quando portano benefici tangibili almeno nel breve e medio termine – pare un vezzo diffuso tra gli “eletti” dal popolo – ha sottolineato Carney -“.

Osservando l’attività delle Banche centrali gli analisti di CFD Trading Platform – hanno evidenziato che “Nel mese di febbraio il mercato del forex tenderà a focalizzarsi come consuetudine soprattutto sulle riunioni delle principali Banche Centrali, ma anche sui dati di inflazione e Prodotto Interno Lordo del quarto trimestre del 2016″.

In un momento estremamente complesso come quello che sta vivendo il nostro pianeta dal punto di vista economico e finanziario, ma non solo, se le banche centrali dovessero entrare in guerra con il sistema politico a soffrirne le conseguenze sarebbe in primo luogo la stabilità dei mercati valutari, sollecitati già troppo spesso dalle condizioni geopolitiche dei vari paesi.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da