24022020Headline:

L’illusione della sicurezza

I crimini più efferati adesso anche in provincia

La cronaca nera

La cronaca nera

Ormai non si possono più leggere nemmeno i giornali locali, per le tante notizie di cronaca nera che impestano le pagine. Una volta i crimini sembrava che venissero perpetrati solo nelle grandi città ma ormai la storia è cambiata, la provincia rende di più… Meno rischi per i malviventi e più occasioni impunite di furto, truffa, spaccio e rapina.

Al malaffare si dedicano non solo gli “immigrati” anche numerosi autoctoni trovano che delinquere sia una comoda alternativa al lavoro, data la situazione critica che stiamo vivendo. Le mafie arruolano sempre più picciotti da impiegare nell’ambito delle tangenti, mazzette, corruzione e pizzo e chi non può entrare negli organismi mafiosi si arrangia come può con azioni da malavita indipendente.

Siamo alla mercé degli ignobili. La polizia non riesce a proteggere i cittadini italiani perché è impegnata a fare da scorta ai politici. I carabinieri non possono intervenire più di tanto perché sotto “smantellamento”. La guardia di finanza è agli ordini di Equitalia. Ormai siamo all’ognuno per sé e Dio per tutti. Ringraziamo di questa situazione tutti i partiti di governo e di opposizione per la loro ignavia. Ma questo non è un messaggio disperato, perché la speranza è sempre l’ultima a morire! Circola ancora sangue, non acqua, nelle nostre vene.

Paolo D’Arpini,

portavoce di European Consumers Tuscia

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da