04072020Headline:

Martedì inquietologia

Vegano a chi?

Il cibo vegano

Uno dei piatti della dieta vegana

Questa storia del vegano rompicoglioni/isterico/intollerante deve finire. Quello è un mito inventato a tavolino di sana pianta per sentirsi a posto con la coscienza e scaricare la colpa su chi non ha voluto sentircisi. Per comodità è stata inventata la figura del vegano che incontra un macellaio e lo prende a parolacce, che irrompe in una braciolata e inizia a dare di matto; nella realtà non esiste nulla di tutto ciò.

Personalmente in tutti questi anni non solo non ho rotto i coglioni a nessuno – e chiunque potrebbe testimoniarlo – ma al contrario ho occultato la mia scelta il più possibile per non avere rotture e sorbirmi sterili discussioni.
La realtà infatti vede un netto capovolgimento dei ruoli: il vegano viene attaccato, deriso e messo sotto accusa e appena osa reagrie tutto ciò che dice viene usato contro di lui per delegittimarlo e infamarlo in quanto “diverso”, praticamente ciò che accade in un interrogatorio di polizia. Ho notato anche atteggiamenti intolleranti verso chi osi denunciare attraverso immagini la barbarie subita dagli animali su facebook, entro certi limiti di frequenza, ovviamente – che viene definito “pervertito e malato di mente o vegano di merda”, quando non bannato direttamente, quasi fosse lui l’artefici della barbarie e non viceversa, e quasi a insinuare un suo gusto sadico nel vedere animali martoriati! Le motivazioni psicologiche e culturali di questo atteggiamento sono già state analizzate in altre sedi e non sono di mia competenza al momento, ma le si possono facilmente immaginare.
Certo, qualcuno potrà obiettare che “ma mica sono tutti come te che ti fai i cazzi tuoi” ed è vero: ci sono anche dei rompicoglioni ma sono una netta minoranza e la prova è che io personalmente non ne conosco nessuno, sarà un caso? Conosco solo gente a cui rompono i coglioni e fanno battutine idiote.
Pertanto diciamo che il rapporto onnivori-vegani non è quello ce ci si racconta per comodità e che ci raccontano il cinema e la tv ma è abbastanza diverso e sintetizzabile così: una ragazza scrive sulla sua bacheca un pensiero a favore degli animali d’allevamento e arriva il CRETINO onnivoro uomo medio di turno a fare il provocatore con battute da osteria gratuite per far vedere quant’è virile.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da