21102019Headline:

Sei cori per il concerto di Pasqua a Viterbo

Evento organizzato dall'Associazione XXI secolo e dalla Camerata Polifonica Viterbese

01 CoroSei cori, cento elementi per il tradizionale appuntamento domenica 9 aprile con il concerto di Pasqua nel Duomo di Viterbo. Si rinnova, come ogni anno la domenica delle Palme, l’evento organizzato dall’Associazione XXI secolo e dalla Camerata Polifonica Viterbese “Zeno Scipioni”. La scelta è caduta su uno dei capolavori della musica sacra di tutti i tempi, la Messe de Requiem op. 48 per soli, coro e orchestra composta da Gabriel Fauré, eseguita nella versione per grande orchestra sinfonica, che il compositore francese curò e rielaborò nel 1900.

Protagonisti come detto sei cori, per un totale di cento elementi: insieme alla Camerata Polifonica Viterbese “Zeno Scipioni” si esibiranno infatti l’Ensemble vocale “Il Contrappunto”, il gruppo vocale “Ars Nova” del maestro Stefano Silvi, il coro “Orpheus” di Rieti, diretto dal maestro Francesco Corrias, il coro di voci bianche “Contrappunto Kids” diretto da maestro Barbara Bastianini e dal maestro Gloria Cannone e  il “Coro di voci bianche della Scuola Musicale Comunale di Viterbo”.

Il concerto sarà aperto dal Grave, composizione per viola solista e orchestra del compositore J. Benda (solista Nico Ciricugno), vedrà l’esecuzione, oltre al Requiem di Fauré, di arie estratte da due capolavori senza tempo, quali lo Stabat Mater di Gioachino Rossini e la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi e si concluderà con l’esecuzione in prima assoluta de Il Grande Inquisitore, opera su libretto di Francesco Vittorino composta da Fabrizio Bastianini, che salirà sul podio a dirigere l’imponente compagine corale e l’orchestra sinfonica EtruriÆnsemble, composta da oltre cinquanta professori.

Camerata Polifonica Viterbese “Zeno Scipioni”Solisti di spessore com’è nella tradizione del Concerto di Pasqua. Si esibiranno il soprano Mariangela Rossetti, il mezzosoprano Serenella Fanelli, il tenore Alessandro Fiocchetti e il basso Andrea D’Amelio. All’organo il maestro Matteo Biscetti. Il ricavato della serata, presentata dall’attore Simone Balletti, sarà devoluto ai progetti di ricostruzione di una delle città martoriate dal sisma della scorsa estate, Ussita (Macerata): il primo cittadino della città marchigiana è tra l’altro atteso in sala per raccogliere il sostegno, non solo economico, del pubblico viterbese.

I biglietti, di due tipologie (navata centrale e navata laterale), saranno in vendita da lunedì 27 marzo presso l’Ufficio del Turismo in piazza Martiri d’Ungheria. L’appuntamento è per il 9 aprile alle ore 21 nella Cattedrale di San Lorenzo: gli ingressi saranno aperti dalle ore 20:30.

La manifestazione si tiene con il patrocinio del Comune di Viterbo e il sostegno economico, tra gli altri, della Banca di Credito Cooperativo di Roma.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da