06082020Headline:

Al Caffeina festival musica e talento

Dal 23 giugno al 2 luglio tanti concerti sul palco di piazza Cappella

Luisella Capoccia

Luisella Capoccia

Tanta musica e una strabordante dose di giovane talento in Piazza Cappella (Viterbo) – dal 23 giugno al 2 luglio 2017, tutti i giorni dalle ore 21,30 alle ore 23 – al Caffeina Festival 2017, per #piazzaminifestival. Un’inedita collaborazione – tra il Caffeina Festival ed il Mini Festival di Viterbo che, quest’anno, spegnerà le sue prime 20 candeline – che, stando alle previsioni della vigilia, darà risultati esaltanti, con un programma ricco ed equilibrato, adatto a tutte le età e gusti musicali.

23/6, venerdì – Carosello Napoletano: lo spettacolo prevede l’esecuzione di canzoni napoletane, fra le più belle della tradizione partenopea, da quelle allegre e scanzonate a quelle più impegnate e passionali. Luisella Capoccia, giovane soprano brillante, dotata di grande musicalità, il M° Fabio Barili, chitarrista di grande sensibilità, compositore e arrangiatore, Laura Leo, cantante attrice e cabarettista. Musicalmente le parti vengono accompagnate dal vivo o con l’ausilio di basi preregistrate con l’integrazione di strumenti live (ghironda, mandolino o fisarmonica). Per il resto dello spettacolo tra una canzone e l’altra ci sono parti recitate e brevi racconti di aneddoti o della storia delle canzoni che verranno eseguite; emozionante, coinvolgente e divertente.

24/6, sabato – Vincenzo Cantiello e Alessandro Pirolli, entrambi da “Ti lascio una canzone” (ed. 2014, Rai 1) e che hanno già ottenuto riconoscimenti in ambito europeo e mondiale. Vincenzo Cantiello, 16 anni, da Sant’Arpino (CE), dopo Tluc trionfa al Junior Eurovision Song Contest 2014, con “Tu, primo grande amore”. Seguono ulteriori esperienze – televisive e on stage – in Italia e all’estero. Nel 2016 presenta il suo album “Never too much” (One Universe), canzoni in lingua inglese che variano dal pop, al soul, al funky. Vocalità raffinatissima, repertorio pop contemporaneo, soprattutto internazionale ma anche italiano. Alessandro Pirolli: cantante e autore di 15 anni, di Ardea. Numerose esperienze televisive su Rai Uno (Tluc, ecc.). Repertorio soprattutto italiano, è un vero “animale da palcoscenico”, ha già pubblicato due inediti di sua produzione, uno dei quali ha ottenuto il disco d’oro. Nel dicembre 2016 ha rappresentato l’Italia al World Explosion Contest, concorso mondiale per teenagers, classificandosi al secondo posto. A Caffeina, presenterà il suo primo album, dal titolo “Una stella diversa”: brani scritti e prodotti da lui, tra cui il tormentone estivo “Sbaglio umano”.

Vincenzo Cantiello

Vincenzo Cantiello

25/6, domenica – Lucky Shot: il progetto “Lucky Shot” nasce – nel marzo scorso, a Guidonia Montecelio – dall’unione e l’intuizione di Alessio Torri (Voce Solista) e Tiziano Russo (Chitarra Basso), a cui prendono parte Daniele Riccio (Batteria) e Marco Mercuri (Chitarra). Cominciano a scrivere i primi inediti sin dalla prima prova insieme, sfruttando la propria lingua natia – l’Italiano – e le loro influenze Rock per esprimere a pieno loro stessi nel proprio genere.

26/6, lunedì – Emanuele Bertelli e Roberto Tornabene, entrambi quindicenni, catanesi e provenienti dalla trasmissione televisiva “Ti lascio una canzone” (Rai 1). Emanuele Bertelli: talento vocale da vendere e capacità di usare le proprie doti canore in maniera assolutamente sorprendente per un ragazzo della sua età. Già piccola star sui palcoscenici di Rai Uno, con numerosissime esperienze live – anche in Europa e… a Viterbo – canterà anche accompagnandosi con il pianoforte, evergreen italiani ed internazionali, black music e qualche inedito. Ha già avuto modo di duettare con Al Bano ed Antonio Poli, assolutamente senza demeritare. Roberto Tornabene: ha partecipato all’ottava edizione di Tluc, durante la quale ha duettato con Violetta, Iva Zanicchi e Gigi D’Alessio. Nell’estate 2016 ha girato la Sicilia per un tour di 10 tappe. Voce già adulta, adattissima ad un repertorio moderno e internazionale. Sta imparando anche a suonare la chitarra e… canta in inglese come se fosse la sua lingua madre.

Alessandro Pirolli

Alessandro Pirolli

27/6, martedì – Sdp: band di 4 ragazzi viterbesi che cercano di esprimere loro stessi, attraverso la musica. Il progetto Sdp nasce nel gennaio 2016, come cover band di brani pop/rock, e prosegue con la stesura di vari inediti che, molto presto, saranno presentati in un album.

28/6, mercoledì – Dimastè acoustic trio: il trio si è formato nel 2012, da musicisti provenienti da diverse esperienze musicali con l’obiettivo di riportare la musica e le canzoni ad uno stato essenziale, facendo risaltare melodie e suoni, creando suggestioni per un ambiente intimo ma allo stesso modo coinvolgente per l’ascoltatore. Il genere proposto consiste nel rielaborare, in chiave acustica, brani jazz, blues, folk, cantautorali e pop rock. Il nome scelto, Dimastè, è un acronimo dei componenti del trio: Diana Saiu alla voce, Mauro Tavernelli chitarra e cori, Stefano Porfiri alle percussioni ed incarna il senso di musica che vogliono proporre, cioè tre elementi diversi tra loro ma che, uniti, formano un’unica entità.

29/6, giovedì – Senza Limiti: ovvero 4 modi di vivere la musica che si incontrano e si fondono. Quattro amici che nella quiete della provincia si uniscono per esprimere insieme lo stato d’animo di ciascuno di loro nei brani che propongono. La loro traccia porta ai cantautori di ieri e di oggi e tra quest’ultimi c’è uno di loro, Davide Valeri (pianoforte e voce, già vincitore di due edizioni del Mini Festival di Viterbo) che compone molti dei brani che il gruppo propone; con lui Paolo Valente (basso), Alessandro Anselmi (batteria) e Matteo Cencioni (chitarra).

30/6, venerdì – Cartoon Shock: i Cartoon Shock iniziano la loro attività live nel 2013, prima cartoon cover band del viterbese. Eseguono le storiche sigle dei cartoni animati anni ‘70, ‘80 e ‘90, riarrangiandole a volte in chiave rock, ska, raggae, punk e altri generi musicali. Partecipano, per tre anni di seguito, al JazzUp Festival di Viterbo e si esibiscono in vari pub, discopub e feste in piazza. Nell’estate 2015 aprono il concerto di Cristina d’Avena in piazza a Bagnaia (VT). I loro concerti riescono sempre a movimentare e divertire il pubblico, non solo i giovani ma anche e soprattutto i loro genitori: 60 brani nel loro repertorio per oltre 3 ore di musica. La formazione vede Andrea Peruzzi alla voce, Valerio Buratti alla batteria, Luca Pepe alla chitarra, Ruggero Maoloni al basso e Valeria Antenore alle tastiere.

Fabio Barili

Fabio Barili

1/7, sabato – Marco Boni e Gaia Di Giuseppe, entrambi abruzzesi, cantanti, pianisti e provenienti dalla trasmissione Rai 1 “Ti lascio una canzone”, edizione 2015; sono i più giovani della “piazza”, ma vi stupiranno. Marco Boni: 13 anni, di Avezzano. Numerose esperienze televisive su Rai Uno (Tluc e altre), vincitore di concorsi in tutta Italia, ha rappresentato due volte il nostro Paese alla finale mondiale del Sanremo Junior Festival, classificandosi al 3° posto. Nel 2016 ha partecipato al 19° Mini Festival di Viterbo (3° tra gli under 15). Nel 2017 è stato ammesso all’Accademia Spettacolo Italiana; unico under 14, hanno dovuto modificare il regolamento, specificamente per lui. Talento cristallino, repertorio pop variegato, italiano e straniero, che interpreta con assoluta delicatezza. Gaia Di Giuseppe: 12 anni, di Roseto degli Abruzzi. Inizia a cantare e a suonare il pianoforte all’età di 6 anni, vincendo numerosi concorsi, fino ad arrivare all’ottava edizione di Tluc; poi vola in Russia, dove rappresenta l’Italia ad un concorso internazionale e si aggiudica il 1° premio di categoria. Lo stesso accade, tra l’altro, al 19° Mini Festival di Viterbo, nel dicembre 2016. È uscito il suo primo singolo, sulle maggiori piattaforme digitali, ed è in corso l’iscrizione al Conservatorio musicale per pianoforte classico. Repertorio soprattutto italiano, interpretato in modo intenso e coinvolgente.

Lucky Shot

Lucky Shot

2/7, domenica – Trio Volpara: il cuore pulsante dei “Costa Volpara”, Antonello Giovanni Budano, con Cristiano Pizzati alla chitarra e Roberto Galli alla batteria; sulla base dell’esperienza maturata e dell’intesa naturale tra i componenti, portano avanti lo splendido progetto del “Trio Volpara”, uno spettacolo dedicato ai più grandi cantautori italiani.

Tutti gli artisti hanno – o hanno avuto – a che fare, in un modo o nell’altro, con il Mini Festival di Viterbo… scoprirete il perché ai rispettivi concerti.

Tutte le serate saranno aperte da un giovane interprete dell’ultima edizione del concorso musicale.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da