23072019Headline:

Una lista di sopravvivenza per un viaggio sicuro

Dream to Fly

valigia 1Avete prenotato la vostra vacanza, siete in fibrillazione, pronti al check-in​ in aeroporto, in coda in autostrada, quando ad un certo punto l’ansia vi assale e si impadronisce di voi e una sola domanda circola nella vostra testa ”Ma avrò preso tutto o ho dimenticato qualcosa?”

In alcuni casi tornare indietro è impossibile, quindi se non siete pratici di valigie lampo e la vostra mania supera il buon senso, vi consiglio di preparare una lista infallibile a prova di orario.

Ciò che non dovete lasciare al caso, dimenticare sul letto o accanto la porta prima di uscire.

Una lista per quelle valigie lampo, riordinate 5 ore prima della partenza, oppure per quelle aperte da una settimana che ogni giorno si riempiono di qualcosa che utile non è.

La prima domanda che dovete porvi è ”dove sto andando?” Mare, montagna, caldo bestiale o freddo polare? In entrambi i casi portate sempre con voi un bikini e una felpa, non sbaglierete mai.

Non so quale parte del mondo avete deciso di visitare, ma a meno che non vi stiate addentrando nella foresta amazzonica, da mangiare lo troverete sempre, quindi niente latte di soia, olio genuino, grana, pasta o caffè.

Torniamo alla lista:

– Biancheria intima, qualche mutandina in più non fa mai male;

– Un paio di Havaianas, non vorrete di certo contrarre le verruche in doccia;

– Beauty, con almeno spazzolino e dentifricio, i capelli sporchi si possono camuffare, l’alito di cane bagnato, no grazie;

– Una lametta, che sia per uomo o donna è pur sempre un ancora di salvataggio;

– Carica batteria, normale, di emergenza, basta che sia in grado di salvarvi da quella luce lampeggiante in alto a destra, necessario a scattare l’ultima foto simbolo della vostra vacanza o comporre quella chiamata di emergenza;

– Paracetamolo. Essenziale. Non chiedetemi perché, ma per qualsiasi cosa, dalla febbre da cavallo alla zanzara killer, con il paracetamolo non potete sbagliare.

-Scarpe comode e uno zaino in spalla. Per restare made-in Italy direi l’intramontabile Invicta;

– La guida del posto, per non perdere nulla e arrivare preparati;

– Occhiali da sole e creme protettive, la vostra pelle ne avrà comunque bisogno;

– Un cappello, per il freddo, il caldo o perché fa semplicemente figo;

– Salviettine umide, per lavarsi, rinfrescarsi;

– Un piccolo bollitore, oppure le resistenze che vendono ancora i ferramenta, cosi potrete gustare una tisana prima di addormentarvi o un caffè di emergenza al mattino (lo ammetto, questa è più una mia necessità)

Se avete con voi dei bambini e dovete affrontare un viaggio, soprattutto in aereo, non dimenticate di portare con voi qualcosa da mangiare: omogeneizzati, biscotti, latte (che potete prendere anche al bar dopo i controlli in aeroporto) e qualche gioco per occupare il tempo.

Come ultimo punto, ma non per importanza, portafogli con carta di credito attiva, tessera sanitaria e passaporto, possibilmente con fototessera non photoshoppata.

Dopo questa lista penso possiate prendere le vostre valigie, controllare porte e finestre, impostare l’allarme, salire in auto e partire,tranquilli dimenticare qualcosa fa comunque parte del viaggio.

Good Luck e buone vacanze.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da