12042021Headline:

Viterbese, è forte il disappunto dei tifosi

Nonostante l'iscrizione alla serie C, la curva Nord chiede rispetto

L’obiettivo di questa estate era vedere la Viterbese iscritta alla serie C, ed è stato centrato anche se in extremis. Piero Camilli ha ribadito la volontà di abbandonare la società vendendola al miglior acquirente, ma i tifosi non sono comunque contenti della situazione. I giocatori, anche i più importanti, continuano a guardarsi intorno in attesa di notizie più certe e il pubblico non le manda a dire.

La curva nord, infatti, ha pubblicato un comunicato in cui traspare poca soddisfazione nonostante la presenza del proprio club nella, ormai ex, lega pro. Le parole sono chiare e indirizzate alla società: “In questo mese e mezzo hanno parlato tutti, ORA parliamo noi! Nonostante la conferma dell’iscrizione della squadra al prossimo campionato di serie C, noi Curva Nord 1908 esprimiamo il nostro disgusto e disappunto verso una vicenda che ha raggiunto livelli ridicoli e che, cosa peggiore, ha visto da parte del ‘solito noto’ e del suo modo di fare, una mancanza assoluta di rispetto verso la tifoseria e la città. Noi esprimiamo il nostro disgusto e disappunto per chi non rispetta Viterbo e la sua gente. In questi anni abbiamo risposto sempre con i fatti, con l’amore, la passione ed i chilometri in giro per l’Italia dando sempre sostengo e vicinanza ai colori gialloblù ogni volta che è stato possibile (vedi tessera del tifoso)…e quindi PRETENDIAMO IL RISPETTO CHE MERITIAMO ! Non baratteremo la nostra mentalità e dignità per la categoria, perché per noi C, D o Eccellenza non fa alcuna differenza, ne tanto meno smetteremo di lottare, per la denominazione societaria e questo sia chiaro, perché oggi come ieri LA CASTRENSE NON CI APPARTIENE! Riteniamo le molteplici parole di disappunto verso il comune, verso il poco pubblico presente e la mancanza di infrastrutture solo alibi, perché era una cosa già presente e soprattutto risaputa, ma oltre le parole e minacce non abbiamo visto nessun interessamento da parte del ‘patron’ di rimboccarsi le maniche o quanto meno di creare un feeling con la ‘sua gente’. Noi pretendiamo una società che voglia il bene per la città e che rispetti essa e la sua gente, non per un proprio tornaconto. La VITERBESE siamo e saremo sempre noi, contro tutto e tutti!”.

Un disappunto soffocato per qualche periodo e urlato al mondo del calcio. Una situazione creata dal destino che, per troppo tempo, non è stato abbastanza chiaro.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da