21102019Headline:

‘I sindaci di Roma, Venezia, Firenze prendano esempio da Francesco Bigiotti’

Anche La Stampa elogia l'aumento a 5 euro del biglietto per Civita di Bagnoregio

bagnoregio-panoramicaLa ”città che muore”, il piccolo e unico borgo della Tuscia con soli 7 residenti, continua a fare scuola alle più belle e maestose città dello Stivale. ”I sindaci di Roma, Venezia, Firenze e di tutte le altre città del mondo che non ne possono più di essere invase da orde di turisti low cost, dovrebbero fare una telefonata a Francesco Bigiotti, sindaco di uno dei più spettacolari borghi d’Italia”. Così anche La Stampa riconosce l’astuta e lungimirante mossa del primo cittadino di Civita di Bagnoregio che ha aumentato i biglietti d’ingresso al suggestivo paesino consigliando i suoi colleghi delle grandi città di prendere esempio da lui.

Dal costo simbolico di un euro per l’ingresso nel borgo della Tuscia, si è passati infatti a 5 euro per i giorni festivi e 3 euro per i feriali. ”È un pedaggio per transitare sul ponte – spiega Bigiotti a La Stampa -. Civita non può ricevere troppa gente: nelle domeniche, a Ferragosto, a Pasquetta o il XXV aprile l’affollamento era diventato insostenibile e minacciava l’integrità dello stesso luogo. I 5 euro festivi e i 3 feriali mirano proprio a distribuire maggiormente l’afflusso nel corso della settimana, e i risultati già si vedono”.

”Se una cosa costa denaro, se ne ha maggiore rispetto”, scrive ancora La Stampa. Perché l’aumento dei

Il sindaco di Bagnoregio Francesco Bigiotti

Il sindaco di Bagnoregio Francesco Bigiotti

biglietti è utile non solo a regolare il turismo di massa ma, come sottolinea il noto quotidiano, anche a far sì che chi visita Civita di Bagnoregio ne abbia anche un maggiore riguardo. ”Per terra non si vedono cartacce e avanzi di gelato come in piazza Navona o piazza San Marco”, notano i giornalisti de La Stampa.

”Bigiotti ha ricevuto una telefonata di complimenti da Massimo Cacciari, che voleva far pagare ai turisti l’ingresso a Venezia, ma non ci era riuscito. Ora altri sindaci potrebbero seguire l’esempio di Civita – conclude il quotidiano -: il turismo di massa, nel delicato museo a cielo aperto che è l’Italia, ha bisogno di essere arginato e richiede nuove regole, che possono trasformarsi in opportunità per i bilanci dei Comuni e dello Stato”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da