18102017Headline:

Italiani e spesa alimentare: cosa si compra e come si compra

Cambiamenti digitali: arriva la spesa 2.0

viterbopost articolo 4 settembre 2017Come, cosa, quando? Domande tutt’altro che esistenziali, considerando che la nostra epoca è un’epoca di grandi cambiamenti: dal digitale, infatti, sono arrivate tutta una serie di novità esplose fragorosamente nelle nostre vite. Oggi la nostra quotidianità è molto diversa, anche se paragonata a pochi anni fa: la rete è entrata di diritto nella nostra routine, una regola veritiera soprattutto se si parla di acquisti, dato che oggi lo shopping digitale la fa da padrone. Ma questo settore non smette mai di stupire, ed è sempre ricco di novità, in special modo se si guarda all’alimentare. Come, cosa e quando comprano gli italiani? Tre domande davvero interessanti, se inquadrate nel comparto del grocery.

Abitudini sane: cosa comprano oggi gli italiani?

Oggi fare la spesa significa accendere il computer, lanciare il browser, effettuare una ricerca su Google e successivamente ordinare online tutto il necessario. Ma le modalità di acquisto non sono le sole ad essere cambiate, e prima di approfondire questo discorso, è il caso di concentrarci su un’altra domanda: cosa comprano gli italiani, quando si parla di spesa alimentare? Scopriamo che le tendenze recenti si orientano soprattutto su cibi più sani rispetto al passato, come ad esempio le verdure, ma anche la frutta di stagione. Sale anche il consumo di uova e latticini, insieme ai prodotti bio e all’olio evo di origine certificata. Al contrario, crollano le vendite relative ai salumi e ai prodotti iper-calorici, mentre alimenti genuini come gli yogurt e i biscotti senza olio di palma crescono.

Cambiamenti digitali: arriva la spesa 2.0

Come dicevamo poco sopra, non cambia solo il cosa ma anche il come. E cambia in un modo a dir poco rivoluzionario, al punto che oggi anche la spesa alimentare si fa su Internet. Proprio come una t-shirt, un DVD o uno smartphone, oggi anche l’insalata, la carne o qualsiasi altro prodotto alimentare si compra sul web. Ed il merito è tutto di e-commerce come Easycoop, che vi consente di fare la spesa online a Roma, accedendo ad un vero e proprio supermercato telematico, e riempendo il vostro carrello, pagando lo scontrino. Ed i sacchetti? Consegnati all’uscio di casa, all’orario che avete stabilito voi. È o non è una rivoluzione che vale la pena raccontare?

Anno 2017: il futuro dell’e-grocery è già oggi

Il fenomeno dell’e-grocery ha avuto un periodo di incubazione piuttosto veloce: tanto che il 2017 potrebbe già rappresentare l’anno della svolta per questo comparto. La ragione? I dati veicolati dalle analisi condotte da Nielsen, secondo le quali quest’anno ha già portato una crescita dell’e-grocery pari al +30% rispetto all’anno precedente. Ma le novità sono anche altre: pur trattandosi di previsioni, il volume di vendite relativo ai prodotti alimentari potrebbe a breve schizzare alle stelle. Anche se attualmente il mercato dell’e-grocery occupa solo l’1% del mercato complessivo generato dagli e-commerce, nei prossimi mesi la fetta del suddetto mercato potrebbe allargarsi, soprattutto in virtù del fatto che l’epoca delle sperimentazioni si è appena conclusa. Adesso, i player del settore hanno le idee molto più chiare sulle risposte date dai consumatori.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da