22112019Headline:

La Diocesi di Viterbo vola in pellegrinaggio a Fatima

Il viaggio organizzato in occasione del centenario delle apparizioni mariane

2017 diocesi 2Un piccolo pezzo di cuore della Città dei Papi e della Tuscia sta battendo in questo momento a 2.500 km di distanza da casa. E’ il gruppo della Diocesi di Viterbo, partito ieri mattina in pellegrinaggio per il Santuario di Fatima, in Portogallo, in occasione del centenario delle apparizioni della Madonna ai tre pastorelli Lucia Dos Santos, Francisco Marto e Giacinta Marto. A guidare la nutrita delegazione di fedeli viterbesi, il vicario generale don Luigi Fabbri, diversi sacerdoti, diaconi, seminaristi e il vescovo di Viterbo mons. Lino Fumagalli. Il gruppo è partito ieri mattina dall’aeroporto di Fiumicino ed è atterrato nel primo pomeriggio in terra portoghese, dove si fermerà per qualche giorno.

Ad immortalare il pre-partenza dei pellegrini in attesa del volo, ci ha pensato don Emanuele Germani, parroco di Villanova e responsabile della comunicazione della diocesi di Viterbo, con delle video-interviste pubblicate sulla pagina Facebook della diocesi.

 

”Ho accolto con immensa gioia l’annuncio del nostro vescovo Lino per questo pellegrinaggio a Fatima” dice il parroco di Marta, don Roberto Fabiani. ”Ho proposto questo pellegrinaggio nelle due parrocchie che ho l’onore di servire, Santi Marta e Biagio in Marta e San Giovanni Apostolo a Valentano – spiega il sacerdote – e c’è stata una bellissima risposta: nella nostra diocesi ho avuto la gioia di formare un gruppo ‘zonale’, siamo quasi quaranta pellegrini. Ho tante richieste di preghiere e lettere dei fedeli dedicate a Maria dai fedeli che consegnerò al santuario di Cova da Ira”.

”Due propositi e due speranze – aggiunge don Roberto – : per me, personalmente, che possa essere un prete migliore e ancora più innamorato di Maria, e per i miei parrocchiani, che possano innamorarsi ancora di più della Madonna, delle pagine della Scrittura dove si parla di Lei e del santo rosario”.

Il microfono è passato poi al vescovo di Viterbo, mons. Lino Fumagalli. ”La Madonna nei vari messaggi, che sono la parte principale – purtroppo ci si sofferma solo sui tre segreti –, ha invitato i fedeli, e quindi invita noi della chiesa di Viterbo, ad ascoltare il Signore e a convertire la nostra vita ritrovando Dio”.

”Mi auguro che questa spinta sotto la protezione di Maria – prosegue il vescovo – riguardi tutta la nostra diocesi. Abbiamo tutti bisogno, a cominciare dal vescovo, di conversione. Una conversione teologica, non solo un cambiamento nei comportamenti ma un ritorno a Dio e a un ascolto della sua parola. Un sentirci costantemente inviati da Lui come missionari, soprattuto in quegli ambienti che non conoscono o accettano il Signore”.

”Sono contento per questo pellegrinaggio – aggiunge -, non solo perché potremo portare a Maria le preghiere di tutti i nostri fedeli ma anche perché la Modonna potrà accomapagnarci nel nostro cammino di conversione spirituale e, aggiugerei, di conversione pastorale”.

Un legame speciale, spiega don Emanuele, lega il vescovo alla Madonna di Fatima: il 13 maggio, giorno della prima apparizione, è anche il giorno di nascita di mons. Fumagalli.

”Oltre al 13 maggio, data di nascita, sono stato ordinato vescovo il 20 febbraio, memoria liturgica dei pastorelli di Fatima, nell’anno in cui furono beatificati” sottolinea il vescovo. ”Chiedo a Maria che mi aiuti in questa conversione personale, ne ho bisogno, anche per me il tempo si sta facendo breve, e una conversione pastorale per la mia diocesi. E’ importante che tutti preghino per la conversione del vescovo: se si converte il vescovo ci sarà un cammino migliore, se non lo fa tutti avranno difficoltà nell’attuare quanto il Signore ci chiede. Chiedo a tutti di pregare per me: non per Lino ma per il vescovo posto a capo di questa chiesa. Essere capo – conclude – è essere servitore di tutti nella logica del Vangelo”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da