16122017Headline:

Continuano i successi del Tuscania Volley

Maury's Italiana Assicurazioni continua a punteggio pieno

La Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania prosegue a punteggio pieno aggiudicandosi anche la gara interna con la neopromossa Pag Taviano e si mantiene, seppur in compagnia, in testa al girone blu della UnipolSai A2.
Al loro esordio, non avendo disputato il primo turno per indisponibilità del campo di Mondovì, i pugliesi si presentano al PalaMalè senza timori reverenziali creando più di una difficoltà ai padroni di casa costretti addirittura a cedere il primo set (24/26). I ragazzi di Montagnani reagiscono subito e dopo un secondo parziale condotto sulla falsa riga del primo prendono definitivamente il largo nei successivi, grazie anche ad un Buzzelli davvero in giornata di grazia, saranno 23 i punti per lui alla fine, e ad un super Calonico entrato a sostituire Festi nel terzo parziale.
Primo set
Il set si apre con un muro dei pugliesi su attacco di Buzzelli. Turno di battuta di Shavrak che si apre con due ace. 3-2 Tuscania. Un’invasione a rete degli ospiti fa andare in battuta Piscopo che mette in difficoltà la ricezione di Taviano e fa ace. Un’azione rocambolesca che si chiude con un primo tempo di Festi assegna il sesto punto ai padroni di casa, 6-3. Una diagonale da posto 4 di Ruiz fa ripartire i pugliesi che trovano il pareggio a quota 8.
Un mani-out del solito Ruiz fa mettere la freccia alla squadra di coach Lichelli, 9-10. Risponde Tuscania con una pipe mani e fuori di capitan Cernic che trova il pareggio a quota 10. Arriva il primo video-check del set chiamato dalla panchina leccese per un tocco a muro su attacco di Bigarelli, punto a Taviano, 10-12. Con una spazzolata sul muro, Buzzelli manda in battuta Piscopo. Il secondo video-check giudica out l’attacco di Bigarelli e Tuscania si porta sul 14-13. Si gioca punto a punto, con grande equilibrio tra le due formazioni. Arriva il primo time out discrezionale chiamato dalla panchina giallorossa. Al rientro in campo la situazione di equilibrio persiste, con le due formazioni che lottano su ogni palla. Primo time out discrezionale anche per coach Montagnani, con i pugliesi avanti 19-20. Torna la parità a quota 21. In campo Calonico su Piscopo per il servizio. Sul  23 pari e con Cernic al servizio arriva la seconda chiamata time out da parte di Liccheli. Al rientro in campo un attacco di Roberto Festi su free ball fa andare al primo set-ball. Taviano trova subito la parità e con un’invasione a rete di Matteo Pedron arriva al su primo set ball. Dopo il time out dalla panchina tuscanese, un attacco out di Shavrak decreta la fine del primo parziale, 24-26 per Pag Volley Taviano.
Secondo set
Il secondo parziale si apre bene per Cernic e compagni che si portano subito avanti 3-0. Non tarda però ad arrivare la risposta della compagine pugliese che torna a quota -1 e subito trova la parità, 4-4. Un doppio ace di Piscopo porta i tuscanesi sul 9-6. Un’azione rocambolesca si chiude con una pipe di Shavrak che dà il via ad un parziale che la panchina pugliese prova a fermare chiamando un time out. Al rientro in campo arriva la risposta chiesta da coach Licchelli con un muro su attacco di Cernic del solito Bigarelli. Una giocata di seconda di Pedron manda in battuta Matej Cernic che crea scompiglio nel campo giallorosso, 13-8. Marco Piscopo agguanta la palla e chiude il sedicesimo punto, ma il vide-check chiamato dalla panchina leccese cambia l’assegnazione del punteggio per invasione a rete. Continuano gli errori nel campo giallorosso e la panchina è costretta a chiamare il time out, al rientro in campo Ruiz e compagni ricuciono lo strappo e si portano sul punteggio di 16-15.
Viene chiamata invasione a Ruiz dal secondo arbitro, il signor Massimo Rolla ma la nuova chiamata video-check di coach Licchelli decreta che non c’è infrazione, 18-17. Cambio nelle fila bianco-azzurre, in campo Calonico su Festi. Arriva la parità a quota 19 con un errore in attacco di Matej Cernic. Un bell’ace di Lorenzo Calonico costringe al secondo time out discrezionale la panchina giallorossa. Su attacco out di Bigarelli, il coach pugliese chiama ancora il video-check per la palla in-out ma la decisione arbitrale resta invariata, 23-20 Tuscania.
Il primo set point per i laziali arriva con punto di Buzzelli e un attacco out dei pugliesi chiude il parziale, 25-20.
Terzo set
Il terzo set si apre con un equilibrio tra le due formazioni, coach Montagnani sceglie di far partire Calonico al posto di Festi dal primo minuto. Una palla giudicata out dal primo arbitro, il signor Bellini, viene poi ribaltata dalla chiamata del video-check della panchina leccese, 2-3. Arriva subito la risposta del Tuscania che recupera e sorpassa, 6-3. Prima chiamata time out del terzo set, coach Licchelli chiama i suoi per cercare di far tornare la concentrazione, ma al rientro in campo una ricezione slash viene intercettata dal Piscopo.
Cambio nelle fila pugliesi, entra Percoco al posto di Astarita. La situazione resta invariata in campo, molti errori da parte giallorossa e un ottimo gioco nel campo bianco azzurro, 10-5. Allungano Cernic e compagni, 13-6. prova a ricucire lo strappo la formazione di Ruiz e compagni ma i tanti errori e le ottime giocate di Pedron con Calonico non permettono il recupero e Tuscania allunga, 17-10. Su attacco out di Buzzelli arriva la chiamata video-check di coach Montagnani ma la decisione resta invariata, 17-13. Cambio nel campo tuscanese, dentro Sorgente fuori Shavrak. Sul 21-16 cambio anche per il palleggio bianco azzurro, dentro Cro’. Secondo time out discrezionale della panchina pugliese, 22-16. Un attacco parallelo da manuale del volley di capitan Cernic fa andare al set point, 24-17. Ci pensa poi Shavrak a chiudere il parziale, 25-18. Tuscania conduce per 2-1.
Quarto set
Parte bene il quarto set per Tuscania che si porta subito avanti 2-0. Viene giudicato out un attacco di Shavrak e coach Montagnani chiama il video-check che conferma la decisione arbitrale. Si torna in parità a quota 3. C’è grande equilibrio in campo, con le due formazioni che giocano su ogni palla, 5-5. Tuscania torna a far la voce grossa e prende subito il largo, 9-5. Un muro di Astarita su attacco di Buzzelli fa accorciare le distanze a Taviano che si porta 9-8. Un muro di Calonico su Bigarelli decreta l’undicesimo punto della formazione bianco-azzurra.
Il video-check conferma il punto su una splendida diagonale di Cernic, 12-9. Arriva la seconda chiamata video-check della panchina leccese su attacco di Shavrak che viene confermato dentro, 15-10. Su ace di Calonico, coach Licchelli chiama il time out discrezionale, 16-10. Al rientro in campo, una pipe a rete di Ruiz e un attacco out di Bigarelli fanno allungare 18-10 a Tuscania. Entra in campo Percoco su Astarita. Coach Montagnani chiama il time out sul punteggio di 19-13 per cercare di fermare sul nascere la rimonta pugliese, al ritorno in campo Marco Piscopo ferma un attacco di Ruiz. Arriva il match point con un attacco fuori dello spagnolo, 24-13. Un attacco sui nove metri di Bigarelli, annulla il primo. Ci pensa poi Buzzelli a chiudere l’incontro, 25-16.
MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Pedron 3, Shavrak 19, Piscopo 5, Buzzelli 23, Cernic (cap) 9, Bonami (L), Festi 3, Calonico 5, Mochalski, Sorgente (L), Cro’, Della Rosa, Seveglievich. All. Montagnani. 2° All. Martilotti.
PAG TAVIANO: Astartita 5, Smiriglia 4, Bigarelli 20, Ruiz 19, Torsello (cap) 5, Bruno (L), Mariella 5, Percoco, Avelli, Musardo, Beltrami, Vega, Piedepalumbo. All. Licchelli. 2° All. Congedi.
Arbitri: Andrea Bellini, Massimo Rolla.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da