09042020Headline:

“Zingaretti getta maschera su listino, ma in aula non ci saranno sconti”

La nota di Daniele Sabatini

Zingaretti finalmente getta la maschera sul listino bloccato e, alla direzione del Pd di Roma, ammette di aver mentito ai cittadini quando nel 2013 prometteva di abolirlo. Ne prendiamo atto e lo aspettiamo in Consiglio regionale dove il 23 ottobre inizia la maratona per approvare la modifica della legge elettorale.

Se Zingaretti pensa di cavarsela con un semplice adeguamento normativo per introdurre la preferenza di genere, si sbaglia: la proposta di legge, firmata anche dal capogruppo del Pd, prevede anche la cancellazione del listino bloccato. E ci spiace se non potrà garantire l’identità della sua coalizione, ma faremo di tutto perché sia abolito. Saranno i cittadini a scegliere i consiglieri regionali, Zingaretti dovrà rinunciare ai suoi dieci nominati ai quali servirebbe a poco anche il listino. Non sarà lui il prossimo presidente della Regione Lazio.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da