17122017Headline:

Avanti un altro, Sottili sostituisce Nofri

La squadra non decolla e arriva il secondo esonero dopo sole 14 giornate

Punto e a capo. Si riparte. Un’altra volta. Quindi il problema non portava il nome di Valerio Bertotto e Federico Nofri Onofri non era la ripresa sicura. C’è qualche altro problema in questa squadra che ha mangiato punti su punti nelle prime giornate per poi bloccarsi definitivamente. La vittoria manca da un mese e nessuno riesce a riconsegnarla ai tifosi gialloblu. Ci ha provato l’ex difensore dell’Udinese, ci ha riprovato Claudio Mele durante la squalifica di un Nofri Onofri appena esonerato. Perchè ci ha provato anche lui, ma senza successo.  Con lui, fisicamente in panchina, la Viterbese non ha mai vinto ed è scivolata in un pericoloso quinto posto di una pericolosa classifica troppo corta. Tanto corta che, una possibile sconfitta contro l’Alessandria, domenica, potrebbe significare l’uscita dalle prime dieci della classe. E a giudicare dai risultati delle prime giornate, che hanno visto i laziali sul podio, tutto sembra una sconfitta.

O forse è stato un bene racimolare qualche punto che poi è stato perso lungo il più recente cammino. I giocatori delle prime gare sembrano aver smarrito il loro talento: Vandeputte, l’eroe che cambiava la partita, non c’è più.E Jefferson, l’esperto che toglie le castagne dal fuoco, mancherà fino a gennaio. Loris Tortori ha diminuito la sua media gol e c’è Razzitti, bravo, ma dal cartellino facile. Del primo Mendez nessuna traccia nonostante le numerose presenze di Federico Balzaretti sulla tribuna del Rocchi.

Più che ripartire, c’è bisogno di tornare al punto di partenza e rafforzare una difesa che fa troppi errori e lascia spesso Anthony Iannarilli abbandonato al suo destino. L’estremo portiere, dopo il pareggio della Pistoiese di domenica, ha perso la pazienza sbraitando fino al triplice fischio finale contro i compagni troppo spesso distratti.

E se l’attacco non concretizza e la retroguardia non reala sicurezze il risultato è facile da immaginare. Il prossimo a tentare il decollo è Stefano Sottili ex Venezia e dal bagaglio di esperienze interessante grazie all’anno di cadetteria con il Varese. Già ieri, il toscano, ha diretto il primo allenamento per prendere nota dell’organico a disposizione e degli errori da correggere per ritrovare la retta via. AL suo fianco Claudio Damiani.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da