21112019Headline:

Cavalli truccati, veterinario viterbese sotto l’occhio della Brambilla

Due le associazione dell'ex ministro

mauro benedettiCavalli ”taroccati” al Palio di Siena: il processo, che continua a slittare, sta diventando terra fertile per i movimenti animalisti del Paese. Cresce infatti il numero delle costituzioni di parte civile per il processo che vede imputato il veterinario viterbese, Mauro Benedetti, insieme ai tre fantini Luigi ed Enrico Bruschelli e Sebastiano Murtas, accusati a vario titolo ed in concorso per falso in atto pubblico ai danni della commissione veterinaria del palio, falso ideologico, violazione di sigilli, frode processuale, maltrattamento di animali, commercio ed impiego di farmaci non consentiti.

Durante l’ultima udienza, rinviata al 19 gennaio per vizi di forma nelle notificazioni degli imputati, le costituzioni di parte civile sono salite ad 8. Tra esse spiccano le associazioni capeggiate da Michela Brambilla che ha sempre dimostrato la sua contrarietà alla famosa manifestazione di Siena. L’ex ministro del turismo ha chiesto, attraverso i suoi legali, una seconda costituzione di parte civile. Dopo quella già notificata con Leidaa (Lega italiana difesa animali e ambiente onlus), associazione fondata e guidata dalla Brambilla, l’ex ministro è andata al duplice attacco con il Movimento ambientalista che, a parere de La Nazione di Siena, ”ha trasformato in partito vero e proprio. Un colpo di scena nell’udienza che sembra addirittura un suo potenziale cavallo di battaglia della prossima campagna elettorale nazionale”.

Oltre alle due associazioni appena citate della Brambilla si sono costituiti parte civile il Comune di Siena, Osvaldo Costa, il proprietario dei cavalli, Lav (Lega anti vivisezione), Enpa (Ente nazionale protezione animali) e altre associazioni animaliste.

I fatti, per i quali tra gli imputati spicca il veterinario viterbese Mauro Benedetti, risalgono al 2015. Secondo l’accusa Benedetti e i tre fantini avrebbero spacciato come ”mezzosangue” dei cavalli ”purosangue” attraverso la sostituzione dei microchip eludendo così il regolamento degli animali all’albo del Comune di Siena per la partecipazione al Palio. Inoltre i quattro imputati dovranno rispondere non solo di presunti maltrattamenti durante l’addestramento degli animali, ma anche di aver somministrato ai cavalli un cocktail di farmaci utile a mantenere i valori ematici sotto la soglia di rilevanza.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da