18012018Headline:

Uno studio sull’opera del pittore Antonio del Massaro

Domani a Capranica, alle ore 17 presso la sala dell’associazione "Kimairah", la conferenza stampa

trittico antonio del massaroSi terrà a Capranica domani, sabato 13 gennaio alle ore 17:00, presso la sala dell’associazione “Kimairah” sita in via Romana 62, una conferenza organizzata dal Centro Ricerche e Studi di Capranica sul tema: “Il Trittico dei Santi Terenziano, Rocco e Sebastiano nella chiesa di S. Maria a Capranica: vesti e simboli nell’opera del pittore Antonio del Massaro”.

La conferenza è patrocinata dal Comune di Capranica, Assessorato alla Cultura, ed è tenuta dalla droressa Elisabetta Gnignera.

Elisabetta Gnignera è una storica viterbese specialista del costume e delle acconciature medioevali e rinascimentali italiani.

Autrice della monografia “I soperchi ornamenti, copricapi e acconciature femminili nell’Italia del Quattrocento” (2010), ha all’attivo numerosi saggi vestimentari pubblicati in riviste e cataloghi d’arte.

Nel corso di una collaborazione pluriennale con l’ingegnere francese Pascal Cotte, ha studiato le implicazioni vestimentarie delle scoperte di Pascal Cotte emerse dalla scansione dei celebri dipinti de “La Dama con l’ermellino” e “La Gioconda” entrambi di Leonardo da Vinci, ricostruendo le vesti raffigurate nel preesistente ritratto di giovane donna restituito dall’ing. Pascal Cotte sotto la superficie pittorica della Gioconda.

Tra le pubblicazioni recenti ricordiamo: “Vergini, spose, vedove. Stati sociali e acconciature nell’Italia del Quattrocento”.

La conferenza si articolerà in due parti: la prima parte sarà un’introduzione e si parlerà della figura e dell’evoluzione dell’opera del pittore viterbese Antonio del Massaro detto “Il Pastura” (1450-1516); seguirà una seconda parte nella quale la relatrice illustrerà alcune opere dell’artista, con particolare riferimento al trittico di San Terenziano, conservato nella chiesa di S. Maria delle Grazie di Capranica, da una prospettiva inedita quanto accattivante: quella dell’abbigliamento antico.

Vesti e simboli, raffigurati in alcuni dei personaggi dipinti dal Pastura, saranno infatti vagliati alla lente della società del tempo tenendo conto del contesto laziale e viterbese in particolare, con le sue attinenze al territorio umbro tra Quattro e Cinquecento.

Si eseguiranno durante la conferenza degli intermezzi di musica del ‘600, dei musicisti e compositori Georg Friedrich Haendel, Alessandro Marcello e Johann Sebastian Bach, che saranno eseguiti dalla pianista e musicologa capranichese professoressa Roberta Aniello.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da