20092018Headline:

”Attenti al pedofilo”: è allarme in città

Un uomo avvicinerebbe e seguirebbe dei minori

pedofilia”Attenti al pedofilo”, scatta l’allarme a Viterbo. Numerose in questi giorni sono le denunce sui social di genitori preoccupati per l’incolumità dei propri figli. Una paura che si è diffusa velocemente tra ragazzi e adulti in seguito al racconto di spiacevoli episodi accaduti in pieno giorno in città.

”Avviso a tutti i genitori – si legge in rete -: ieri in zona Riello un uomo grande ha insistentemente invitato mio figlio di 16 anni a salire in macchina con lui. Se avete ragazzi che viaggiano in pullman o frequentano il centro commerciale metteteli in guardia, mi raccomando. Io ho già pensato di fare denuncia, ma al momento rimarrebbe solo una denuncia contro ignoti”. All’allarme della mamma preoccupata risponde subito un’altra: ”Anche mia figlia in compagnia di un’amichetta qualche pomeriggio fa sono venute di corsa a casa da via Ioppi perché seguite da un uomo con la barba a piedi”.

Il responsabile di tali molestie nei confronti di minori sarebbe, da quello che si apprende dall’identikit che si sta delineando sui social, un uomo sulla sessantina che si aggirerebbe con una Renault grigio chiaro. ”È lo stesso che sta spesso a Viale Trento – scrive un altro -. Si ferma stando seduto anche alla fermata del pullman. Altezza circa 1.80, capelli grigi, sui 65 anni con occhiali da vista. Lo stesso problema lo ha avuto una ragazzina che conosco”.

Al momento non risultano comunque denunce ai carabinieri di Viterbo che invitano a presentarsi in caserma e raccontare questi spiacevoli episodi. Tuttavia c’è chi preferisce muoversi scavalcando le forze dell’ordine: ”Le ronde, oramai noi cittadini dobbiamo difenderci da soli. Tra immigrati e non, la polizia e i carabinieri hanno le mani legate quindi non si può più stare tranquilli”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da