19062018Headline:

‘Modello Londra’ sulla Roma-Viterbo

Nasce la figura dell'autista-controllore

2016-nuovi-bus-cotral-11Cotral dichiara ufficialmente guerra agli evasori. Dal 12 marzo infatti, su circa 1000 corse al giorno nelle tratte da Roma ai vari capoluoghi di provincia del Lazio, verrà introdotta la figura dell’autista-controllore.

Una sorta di rivoluzione quella introdotta dalla compagnia di trasporti Laziali che si basa sul modello denominato ”Londra”: ovvero i passeggeri saliranno solo dalla porta anteriore e dovranno esibire il titolo di viaggio all’autista.

Negli ultimi mesi, circa duemila autisti hanno completato un percorso di formazione che ha permesso loro di ottenere la qualifica di polizia amministrativa, saranno ora in grado di controllare i biglietti già al capolinea o mentre il mezzo è fermo per velocizzare le procedure. Ad ogni modo i passeggeri saranno tenuti a mostrare il biglietto/abbonamento al momento dell’ingresso dalla porta anteriore, e toccherà poi all’autista verificare l’avventa obliterazione.

Qualora il passeggero non abbia il biglietto, potrà acquistarlo direttamente a bordo pagando un prezzo fisso di 7 euro e in contanti oppure farsi fare la multa. Se però, terza ipotesi, la persona rifiuta entrambe le possibilità, il conducente è tenuto a fermare l’autobus e chiedere l’intervento delle forze dell’ordine. In questo caso però, il passeggero rischierà anche una denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Alla presentazione di questo nuovo piano varato dalla Cotral, Nicola Zingaretti si è detto molto soddisfatto per il risultato ottenuto. ”Ce lo avete chiesto in tanti, lo abbiamo fatto” ha affermato sorridente il Presidente della Regione Lazio.

Ma a smorzare i toni entusiastici del Governatore ci ha pensato immediatamente Antonello Aurigemma, capogruppo di Forza Italia della Regione Lazio. ”Gli autisti che ad oggi hanno frequentato il corso non superano il 30% ( su duemila – ha dichiarato in maniera contrariata il politico azzurro – entrando poi nello specifico, in queste lezioni non sarebbe stata data alcuna informazione chiara sulle implicazioni giuridiche e amministrative, né tantomeno sarebbero state fornite indicazioni sulle tariffe e sulle tratte. Inoltre, ad oggi non sarebbe stato consegnato alcun tesserino di polizia amministrativa. Altro che modello Londra, è l’ennesimo bluff di Zingaretti”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da