25012020Headline:

A processo per tre rami di alloro…

Alla sbarra due ragazzi accusati di furto

tribunale-di-viterboA processo per aver rubato tre rami di alloro nel pieno inverno del 2013, due i ragazzi finiti alla sbarra.

Su di loro l’accusa di furto. Entrambi originari della Romania, vent’anni appena, sarebbero stati beccati in mezzo ad un terreno privato, intenti a segare rami della preziosa pianta. A coglierli con gli arnesi in mano, il proprietario dello stabilimento, chiuso da tempo.

”Sono andato a controllare che fosse tutto in ordine. Da quando abbiamo messo i sigilli allo stabilimento, abbiamo subito numerosissimi furti. Così anche quel 22 novembre di cinque anni fa sono andato a controllare – spiega in aula davanti al giudice Giacomo Autizi, il proprietario del terreno – e ho trovato i due ragazzi in mezzo al campo”.

Esiguo – ai limiti della miseria – il bottino: tre rami della pianta di allora. Ma tanto è bastato per far scattare contro di loro una denuncia. E da lì un processo per furto, entrato nel vivo pochi giorni fa nelle aule di via Falcone e Borsellino.

Si tornerà in aula il prossimo 17 settembre, per ascoltare i Carabinieri che si occuparono di identificare e fermare i due presunti colpevoli del furto e per la sentenza.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da