25052018Headline:

Al via i lavori alla necropoli della Pescheria

"Finalmente siamo tornati". Festeggiano così i volontari tuscanesi del Gruppo archeologico città di Tuscania

tuscania“Finalmente siamo tornati”. Festeggiano così i volontari tuscanesi del Gruppo Archeologico Città di Tuscania, all’indomani dell’inizio dei lavori presso la necropoli della Peschiera poco a nord del centro abitato di Tuscania.

“Un risultato importante, frutto di un impegno continuo da parte di tutti coloro che amano Tuscania e il suo patrimonio storico-archeologico”. Il Segretario Stefano Bocci non ha dubbi nell’affermare che questo successo rappresenta un primo passo fondamentale nella road map tracciata dal Consiglio Direttivo al momento del suo insediamento.

“I volontari tuscanesi non operavano, per diversi problemi, in siti archeologici di Tuscania dal 2004. Il progetto di recupero della necropoli della Peschiera rappresenterà il modello da seguire per rilanciare l’archeologia locale”. Il Consigliere Alessandro Mencini parla di successo annunciato e programmato da mesi. “Grazie all’accordo firmato lo scorso agosto tra l’Amministrazione Comunale, il Gruppo Archeologico Città di Tuscania e i proprietari della necropoli i dottori Massimo e Luciano Dore. Solo grazie alla loro lungimiranza e il loro grande amore per le ricchezze della nostra terra riusciremo, speriamo il prima possibile, a riaprire al pubblico una delle aree archeologiche più affascinanti dell’intero mondo etrusco”.

Il progetto, di natura totalmente volontaria, prevede la ripulitura, la messa in sicurezza e la riapertura ai visitatori della necropoli. Ma per ferma volontà di tutte le parti sottoscrittici dell’accordo, che può fornire un modello per le altre aree archeologiche cittadine, lo scopo è quello di realizzare un percorso storico-archeologico e naturalistico, un connubio forte tra storia e natura, all’interno dello scrigno ambientale della Riserva Naturale di Tuscania. Ma, prima di tutto, c’è lo studio particolareggiato della necropoli con l’intento di creare una mappa generale delle emergenze e di procedere ad un lavoro di rilettura archeologica dell’area, anche in collaborazione con gli istituti scolastici tuscanesi.

tuscania“È fondamentale il rapporto proficuo con le scuole e con i più giovani. Loro sono il futuro per la nostra città e per le sue ricchezze – continua il segraterio Bocci -. I lavori iniziati pochi giorni fa, sotto la guida del Vicedirettore Franco Livi, non sarebbero stati possibili senza la collaborazione attiva e decisiva dell’Amministrazione Comunale di Tuscania e del Sindaco Fabio Bartolacci, il quale ci ha concesso uomini e mezzi necessari per il ripristino dell’area. Noi ringraziamo l’Amministrazione e soprattutto il Consigliere Sabatino Tuccini per il lavoro che ha svolto finora. Ringraziamo inoltre i proprietari, Luciano e Massimo Dore, che hanno dato il via al progetto con il solo scopo della creazione di un polo archeologico di primo piano in ambito regionale”.

“Un altro grande ringraziamento va – prosegue il Direttore Alessandro Tizi – a Ennio Piergiovanni, che alla guida dei mezzi comunali a realizzato un lavoro eccellente in condizioni veramente difficili, sotto la sorveglianza dell’assistente della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, Orfelio Tortolini. A tutti i cittadini chiediamo un aiuto semplice ma fondamentale: partecipare alle attività o sottoscrivere la tessera sociale. Un piccolo contributo per una grande opera”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da