16072018Headline:

Codacons, respinto l’appello sulla Zac

Il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso contro la zona addestramento cani

addestramento005Ancora un parare negativo per la Codacons. La zona di addestramento cani con sparo gestita da Confagricoltura nel comune di Tarquinia risulta essere perfettamente in regola.

Come riportato dal sito cacciapassione.com infatti, il Consiglio di Stato ha dato parere negativo sul ricorso presentato dall’associazione dei consumatori contro la Provincia d Viterbo sull’area di 185 ettari in località Spinaci e Cazzanello.

I motivi che hanno portato il Codacons a fare ricorso nei confronti della Zac di Tarquinia gestita da Confagricoltura riguardano la presenza nella zona di alcune specie di uccelli, tra cui starne fagiani e quaglie selvatiche. L’associazione  dei consumatori ritiene che lo sparo costituirebbe una violazione della disciplina venatoria, in quanto è stato contestato ai gestori lo sfruttamento della zona di addestramento cinofila come vera e propria tenuta di caccia.

Già nel 2008 il Tar aveva respinto i ricorsi presentati dall’associazione, ma un decreto regionale sembrava presentare la zona come un’area in cui l’attività cinofila dovesse essere interdetta. Ma l’ultima recente sentenza del Consiglio di Stato ha definitivamente messo fine alla questione, ribadendo come la struttura sia pienamente conforme alle regole che disciplinano le zone di addestramento cinofilo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da