15102018Headline:

In Italia sempre più impreditrici donne: lo rivela un’indagine di Unioncamere

Stando a quelli che sono i dati emersi da una recente indagine di Unioncamere-InfoCamere, cresce il numero di imprese femminili nel nostro paese. La notizia arriva proprio a breve distanza dal giorno della Festa della Donna e vuole essere un forte segnale di cambiamento. L’imprenditoria femminile in Italia sta aumentando ed è per questo motivo che il tutto lascia ben sperare per il prossimo futuro.
Analizzando i dati, sono oltre 10.000 le nuove imprese iscritte al Registro delle Camere di Commercio alla fine del 2017 e, se si prende in considerazione il 2014, la situazione va sempre più migliorando. A rilevarlo è l’Osservatorio per l’Imprenditoria Femminile che ha segnalato questi dati.
Ma quali sono le imprese che preferiscono aprire le donne e qual è l’identikit della nuova imprenditrice? Andando per gradi, è importante innanzitutto segnalare che ci sono oltre 1.331.000 attività guidate da donne in questo momento e questo significa una percentuale parti al 21,86%: probabilmente ancora poco per molti, ma il dato è in costante crescita rispetto agli ultimi anni presi in considerazione.
L’altra notizia importante è che cambiano anche le forme societarie: le donne imprenditrici, infatti, sembrano preferire quelle strutturate come, ad esempio, le società di capitali e le società di persone, che restano, in ogni caso, il numero maggiore in assoluto anche se la percentuale è leggermente in calo rispetto al passato.
A guidare la classifica delle regioni in cui ci sono più imprese femminili ci sono Sicilia, Lazio e Campania a cui segue, come è facilmente immaginabile, la Lombardia. Tante sono le imprese che lavorano e operano nel settore turistico, ma anche in quello dei servizi in generale. Questi sono gli ambiti in cui si registra una maggiore crescita in termini percentuali.
Tra tutte queste nuove imprenditrici spiccano soprattutto le under35. È, infatti, molto interessante notare come siano soprattutto le giovani donne ad aver ritrovato e dato voce alla voglia di fare impresa. Del resto, proprio a loro sono rivolti i tanti incentivi statali per aiutare a mettere in piedi delle nuove attività.
Si tratta di dati confortanti, quindi, che fanno capire che qualcosa nel mondo del lavoro italiano sta cambiando. È importante, infatti, capire che il quadro che si sta profilando parla chiaro: alle donne piace fare impresa e farla bene ed è per questo che in molte stanno decidendo di mettersi in proprio e di investire sulle capacità personali, invece che rimanere subordinate al lavoro dipendente.
Naturalmente, prima di intraprendere un cammino di questo tipo, è sempre importante andare a capire quali sono gli spunti migliori da approfondire e quali i campi in cui lanciarsi per avere un’attività di successo. Non è, infatti, sempre semplice e immediato: aprire una propria azienda non equivale ad avere successo certo ed è proprio per questo motivo che è molto importante capire come fare per individuare il settore migliore, la forma giuridica più adatta e molto altro ancora. Come consigliano gli esperti di Intraprendere.net si deve sempre avere l’idea giusta per avviare un business di successo. Senza questo primo e fondamentale step, è quasi impossibile ottenere qualcosa. Seguendo, quindi, i consigli di chi ha esperienza in merito e può aiutare a trovare e sfruttare i vari fondi messi a disposizione dell’impreditoria femminile, si potrà arrivare prima e meglio all’obiettivo finale, ossia quello di avviare un’attività di successo.
In ogni caso, la notizia che emerge dal quadro generale sopra riportato è senza dubbio positiva, perché permette di capire che, finalmente, qualcosa sta cambiando e che le donne hanno sempre più spirito di iniziativa e questo è un aspetto che, in alcun modo, può essere sottovalutato, anche per il prossimo futuro.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da