16102018Headline:

Civita di Bagnoregio vola al Festival di Cannes con ”Lazzaro felice”

La "città che muore" è il set del film della Rohrwacher candidato al concorso

Civita di Bagnoregio vola al Festival di Cannes con il film della regista Alice Rohrwacher. La “città che muore” conferma di nuovo la sua bellezza a livello internazionale mostrandosi ancora una volta come set ideale per le grandi pellicole cinematografiche. Il piccolo borgo della Tuscia fa infatti da sfondo a “Lazzaro felice”, il lungometraggio che si è candidato quest’anno ad uno dei più importanti concorsi cinematografici, il Festival di Cannes per l’appunto.

Le riprese del film a Civita di Bagnoregio sono iniziate ad agosto dello scorso anno e sul set era presente un cast eccezionale: Sergi Lopez, Alba Rohrwacher, Nicoletta Braschi, Adriano Tardiolo, Agnese Graziani, Tommaso Ragno, Natalino Balasso, Luca Chikovani e tanti altri attori e comparse ingaggiati proprio nel territorio della Tuscia. La regista Alice Rohrwacher, autrice anche della sceneggiatura, è tornata a collaborare per l’occasione con Hélène Louvart, direttrice della fotografia, conosciuta per aver lavorato al fianco di Wim Wenders e Claire Denis.

“Lazzaro felice”, insieme a “Dogman” di Matteo Garrone girato a Roma, sono le uniche due pellicole italiane ad essere candidate al Festival che quest’anno ha visto l’esclusione di “Loro” firmato da Sorrentino. “Siamo orgogliosi – ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in una nota – che tra i film in concorso a Cannes ci saranno anche ‘Dogman’ e ‘Lazzaro Felice’, opere realizzate con il sostegno della Regione Lazio con un finanziamento complessivo di oltre 1 milione di euro. A Garrone e a Alice Rohrwacher vanno i nostri complimenti. Questi film, ambientati a Roma e a Bagnoregio in provincia di Viterbo, sono uno splendido esempio di come le produzioni e le coproduzioni cinematografiche, valorizzino i luoghi e le bellezze del Lazio, spesso set e palcoscenici di film che hanno avuto e continuano ad avere grande successo in Europa e nel mondo”.

“Lazzaro felice”, che racconta la storia di un giovane contadino e della sua amicizia travagliata da intrighi e bugie con un suo coetaneo, è il terzo film della Rohrwacher dopo “Corpo Celeste” e “Le Meraviglie”. Quest’ultimo, vincitore del Gran Prix nel 2014, è stato girato anch’esso nella Tuscia, ad Acquapendente.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da