20052018Headline:

Lions club ‘Falerri Veteres’ contro il Diabete Mellito

Stile di vita e corretta dieta per prevenirlo, i consigli del dottor Masella

 

maselladi Alessandro Masella

Sabato 28 aprile 2018, dalle ore 10 alle ore 12, in Civita Castellana (VT) Piazza Matteotti, si svolgerà la “7° Giornata Lions contro il Diabete Mellito”, manifestazione culturale di sensibilizzazione verso il rischio “diabete” che vedrà un ricco programma di formazione e prevenzione, promosso e coordinato dal Club Lions Civita Castellana “Falerii Veteres(Presidente: signor Silvano d’Ascanio), con il patrocinio del Comune di Civita Castellana dell’Associazione “Giovani Diabetici del Lazio” e della “Croce Rossa Italiana”.

Che cosa è il diabete? E’ illustrato in una broschure che verrà data a quanti si sottoporranno al prelievo.

In schema: “diabete” = glicemia alta; “iperglicemia” = glucosio alto nel sangue; “glucosio” = zucchero!

Attraverso il dosaggio della glicemia capillare, che sarà fatto gratis a tutta la popolazione che richiederà lo screening, è possibile mettere in evidenza iperglicemie che possano essere spie di un insorgente diabete.

Come è noto il diabete interessa tra i 285 e i 350 milioni di persone nel mondo, attualmente colpisce il 6,9% della popolazione, ma nel 2030 ne interesserà oltre l’8,1 %, con 438-700 milioni di ammalati (Fonte: International Diabetes Federation).

Ne esistono due tipi di questa malattia osserva in intervista il prof. Alessandro Masella, direttore del Pronto Soccorso dell’ospedale di Civita Castellana (ASL Viterbo). Il Tipo-1, malattia autoimmune in cui vengono distrutte le cellule beta del pancreas, colpisce il 10% dei diabetici, di solito insorge in giovane età prima dei 20 anni e vede come fattori di rischio dieta familiarità e infezioni: viene curato con iniezioni di insulina. Secondo recenti studi anche l’infiammazione dei piccoli vasi, che precede la comparsa di diabete a livello muscolare epatico e del tessuto adiposo, può esserne una causa fondamentale. Il Tipo-2 si manifesta nell’adulto, dovuto a malfunzionamento o a scarsa produzione di insulina, vede come fattori di rischio obesità sedentarietà familiarità e appartenenza ad alcune etnie.

Dato che la malattia può restare per molto tempo asintomatica e misconosciuta è importante la diagnosi precoce, con campagne di screening fatte sulla popolazione e mediante l’automonitoraggio da parte dei pazienti della glicemia capillare.

La manifestazione, afferma inoltre il socio Lions dott. Alessandro Masella – intervistato – ha suscitato negli anni scorsi un largo interesse nei cittadini civitonici che – di buon grado – si sono sottoposti al controllo glicemico gratis, mediante stick su sangue capillare. Quest’anno – aggiunge – il programma Lions di prevenzione sarà ancora più ricco rispetto agli anni precedenti in quanto si cercherà di attuare pienamente il Progetto D.O.V.E. (diabete-orecchio-vista-encefalo). Gli effetti del diabete si manifestano difatti soprattutto su questi distretti corporei.

Per attuare il suddetto progetto, riferisce ancora Masella, oltre alla glicemia capillare e alla misurazione della PA, in casi selezionati verrà eseguito il MMSE per la valutazione dello stato cognitivo e/o il test dell’OMS per la valutazione dello stato di benessere psicologico.

Il MMSE è un test somministrabile a ogni persona, e, con una serie di 18 domande dà un punteggio totale massimo di 30, che può essere corretto con coefficienti di aggiustamento per classi di età e scolarità: indica eventuali deficit cognitivi.

Il questionario OMS consta di 5 domande e indaga lo stato di benessere, oscillando tra un punteggio 0 che rappresenta la peggiore qualità di vita possibile e un punteggio 100 che manifesta la migliore qualità di vita possibile.

L’esame audiometrico, che verrà eseguito su alcuni casi selezionati – sempre durante lo screening – potrà stabilire se esista o meno una correlazione tra perdita dell’udito (ipoacusie da catarro tubarico o altro) e decadimento delle funzioni cognitive.

Medici specialisti presenti nella manifestazione di piazza risponderanno a tutte le richieste avanzate dagli intervenuti, fornendo consigli sulla prevenzione, sull’alimentazione e corretto stile di vita, invitando alcuni, per i valori alterati al riscontro, a sottoporsi a visita specialistica diabetologica presso gli ambulatori ospedalieri.

Il messaggio trasmesso, anche con la distribuzione ai cittadini della broschure illustrativa e di altro materiale informativo, sarà quello di una profonda riflessione sul rischio diabete nei giovani e negli anziani, sui danni sistemici che questa malattia può dare, sull’importanza della prevenzione e della diagnosi tempestiva.

Si ringraziano sin da ora quanti si impegneranno alla buona riuscita della manifestazione, in particolare le Associazioni di Volontariato, la Croce Rossa, il Comune di Civita Castellana e tutti i soci Lions.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da