15112018Headline:

Dà una bottigliata alla moglie durante una discussione, condannato a 6 mesi

La donna è finita in ospedale con delle leggere lesioni alla tempia

Durante una discussione in casa, dà una bottigliata in testa alla moglie, colpendola alla tempia e facendola finire in ospedale. Per l’uomo, incensurato di Vetralla, arriva la condanna a 6 mesi di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali (pena sospesa).

Siamo nel 2014, nel piccolo centro sulla Cassia, la coppia dopo una felice convivenza di oltre dieci anni entra in crisi per via di una relazione extraconiugale dell’uomo. Scoperta dalla moglie, iniziano le prime discussioni in famiglia: scontri verbali che non sfociano mai in violenza fisica. Come, in passato, ha sottolineato la stessa donna in aula: ‘’Mio marito non mi ha mai toccato, né aggredito. Non è mai stato violento, né verso di me, né verso nostro figlio’’.

Tranne in un unico, isolato episodio, per cui la donna finisce in ospedale: l’uomo, durante l’ennesima lite, preda di un raptus di violenza tira una bottiglia di plastica alla donna, ferendola alla tempia. Ma non solo, stando a quanto descritto in aula, si sarebbe scagliato contro l’auto della donna, distruggendone i finestrini a suon di sassate.

Ridotta la pena rispetto alle richieste del pubblico ministero, per l’uomo arriva comunque la condanna: 6 mesi di reclusione.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da