15122018Headline:

L’Iliade incontra la musica pop

L'iniziativa è dell'istituto comprensivo 'Andrea Scriattoli'' di Cura di Vetralla

Iliade la morte di ettoreInteressante iniziativa delle docenti Maria Adamo e Giulia Mileto con le classi 1° B e 1° D della Scuola Secondaria di 1° grado di Cura di Vetralla.

Martedì 5 giugno presso l’ Aula Polifunzionale dell’ I.C. “Andrea Scriattoli” di Vetralla, sede di Cura, le classi della 1^B (ore 11.30) e della 1^D (ore 9.30) della Scuola Secondaria di 1° grado metteranno in scena una loro libera rappresentazione dell’ Iliade. Gli alunni, guidati con attenzione e passione dalle docenti Maria Adamo e Giulia Mileto, hanno creato cartelloni scenici, costumi, armi, che, in una particolare contaminazione musicale che va da Modugno a Celentano, da Branduardi a De Andrè, dalla P.F.M. a Vangelis e Morricone fa rivivere, attualizzandoli, personaggi epici come Achille, Ettore, Agamennone, Priamo, Elena, Atena, Afrodite, Era, ecc…

L’ effetto è spiazzante ma stimolante e creativo e da subito ha catturato l’ attenzione dei discenti che hanno visto, così, dare vita, corpo, a qualcosa che avevano studiato ma che percepivano in modo “astratto”, teorico. Insomma l’ idea che viene materializzata, resa tangibile.

Ancora una volta, con iniziative come questa, la Scuola si dimostra terreno fertile per aiutare, sensibilizzare i nostri ragazzi a crescere, a maturare e portarli verso una condizione che esca da un semplice approccio percettivo-emotivo per avviarli, invece, in una dimensione fruitivo-critica, condizione determinante per attuare quella rielaborazione personale che ci porta ad essere più coscienti, più consapevoli nel saper vedere e, soprattutto, capire le cose.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da