25092018Headline:

L’Ottava di Sant’Egidio verso il weekend finale

Domenica a Orte è il grande giorno del Palio in programma dalle ore 15

ottava sant'egidioContinua a ritmo spedito la quarantasettesima edizione dell’Ottava di sant’Egidio a Orte.

La rievocazione storica, che riporta la città al 1396, si avvia verso il weekend finale, dopo aver messo in archivio la prima parte del programma con il pieno di pubblico in tutte le serate.

Aperta dall’ormai tradizionale Sant’Egidio giovani, che ha riempito di ragazzi i giardini Nesbitt fino a tarda notte, la festa è proseguita sabato 1 settembre con lo show del pianista Matthew Lee.

Domenica 2 il Palio dei piccoli arcieri. Un’iniziativa nuova, curata dal gruppo Arcieri storici in collaborazione con la compagnia Hortinae Classes, per avvicinare i bambini alla pratica del tiro con l’arco. I piccoli, in molti casi alle prime esperienze con la disciplina, hanno aderito con sorprendente entusiasmo al programma d’allenamenti svolto durante l’estate e, quando si sono presentati in piazza per la sfida-esibizione conclusiva, hanno dimostrato un notevole livello d’abilità. Il tutto nonostante una fastidiosa pioggia battente, giunta a complicare le cose.

Lunedì sera è stata la volta della Disfida a suon di tamburo, la gara tra i musici delle contrade. La contrada Porcini si è ripresa il primato ceduto l’anno scorso, aggiudicandosi le bacchette d’argento per la quinta volta su dieci edizioni della Disfida.

Porcini che, al contrario, martedì si è vista sfilare lo scettro di campione dello Giostrar de lo contradaiolo dai giovani di San Biagio. I giocatori in casacca verderosa hanno battuto in finale proprio i gigliati biancoviola e hanno conquistato l’edizione 2018 delle gare d’abilità a squadre.

Ieri sera l’esibizione dei piccoli sbandieratori ha lanciato l’Ottava verso la fase conclusiva.

Questa sera la piazza sarà animata da spettacoli medievali guerreschi, equestri e giullareschi, curati dai gruppi Furthark, Astor team e Artisti in itinere. Giullari che saranno di nuovo in scena anche domani.

Sabato ancora uno spettacolo teatrale, “Lo principe e Ssabella” di Giuliana Cianchi.

Tutte le sere le strade del borgo di Orte sono battute da numerosi artisti di strada, che ravvivano l’atmosfera e trasmettono il clima di festa dalla piazza e le taverne in tutti gli angoli della città.

Un clima di festa che si trascinerà fino a domenica, il grande giorno del palio. Alle 15 partirà il corteo storico dei contradaioli che, in abiti medievali, accompagneranno gli arcieri alla disputa della competizione. Alle 17 i figuranti, di ritorno a piazza della Libertà, lasceranno campo libero ai loro campioni.

Tre rappresentanti per contrada, un anello d’argento da contendersi. Vince il concorrente che infila più frecce all’interno del bersaglio da 10 centimetri di diametro.

Lo scorso anno, al termine di una serie di spareggi ad altissima tensione, la spuntò Marco Deci, che riportò l’anello a San Sebastiano dopo 12 anni. La contrada in testa per numero di successi rimane tuttavia Sant’Angelo, con 11 affermazioni. Veste la titolata casacca giallonera anche l’arciere più vincente tra quelli in attività: Matteo Lalli, già trionfatore in tre occasioni.

Dopo l’assegnazione del palio, mentre la contrada vincitrice si abbandonerà ai festeggiamenti, la piazza sarà animata dall’ultimo spettacolo: quello degli sbandieratori di Orte, autentico vanto della città da ormai quasi 50 anni.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da