25092018Headline:

Tuscia e dintorni: due campioni emergenti del tavolo verde

Ottime notizie per il movimento sportivo nel territorio che si estende dalla provincia di Viterbo fino a quella di Roma. Negli ultimi anni gli appassionati hanno seguito le imprese di due dei maggiori talenti del poker sportivo italiano: Alessandro Licci e Federico Butteroni. Viterbese il primo e romano il secondo, i due professionisti laziali si sono affermati grazie ai risultati raggiunti sia online che nei tornei live. Questo il percorso che li ha portati alle vette nazionali della disciplina.

Alessandro Licci, 34enne nato e cresciuto a Viterbo, è sempre stato un fenomeno di precocità. Conosciuto nel circuito online con il nickname “AlexTer1”, si avvicina al poker sportivo nel 2009 mettendo subito in mostra un approccio improntato al professionismo.

E proprio grazie alla costanza, alla voglia di migliorarsi e allo studio della disciplina, Licci ha raggiunto, a cavallo tra 2009 e 2010, lo status di Supernova Elite di PokerStars. Prima di diventare pokerista professionista, il ragazzo di Viterbo lavorava come broker assicurativo, istruttore di difesa personale e addetto alla sicurezza. Nove anni fa la decisione di fare della passione per il Texas Hold’em un impegno a tempo pieno.

Oggi Licci è specializzato nei Sit&Go in tutte le loro forme NewFlash, 6max, multitavolo, DON ed è un affermato coach online.

È nato a Roma nel 1990 l’altro campione laziale di cui parleremo. Il suo nome è Federico Butteroni e anch’egli è un fenomeno di precocità. Basti pensare che fin dalla stagione dell’esordio, quella 2010, ha raggiunto risultati estremamente prestigiosi come il quindicesimo posto assoluto nel Main Event Ipt di Sanremo, il circuito più importante al livello nazionale.

Trasferitosi tra il 2013 e il 2014 in Australia, Butteroni coglie la possibilità di migliorare le proprie strategie di gioco confrontandosi con il field internazionale. Una scelta che pagherà appena un anno dopo in occasione delle WSOP, le World Series of Poker di Las Vegas.

Sulla spinta di un ottimo risultato all’IMOP di Rozvadov, il romano decide di iscriversi alla 46esima edizione del torneo americano, il vero e proprio campionato del mondo di poker sportivo. Ottenuti due piazzamenti nei tornei di apertura della manifestazione, Butteroni tenta il grande salto e completa i moduli di iscrizione per il Main Event.

Il resto è storia. Al torneo si iscrivono in 6.420. Uno di loro è proprio il venticinquenne romano che dopo una partenza in sordina comincia a macinare gioco e a eliminare avversari. Fino alla qualificazione al tavolo finale. E proprio qui, anche grazie al coaching di Phil Hellmuth, uno dei migliori professionisti al mondo, chiuderà all’ottavo posto assoluto entrando nella leggenda del poker italiano. Butteroni è infatti l’unico, insieme a Filippo Candio, a essersi guadagnato la partecipazione al più importante tavolo di poker sportivo del Pianeta.

Negli anni successivi, il laziale ha continuato ad inanellare una serie impressionante di risultati che l’hanno portato alla diciottesima posizione della Italy All Time Money List, la classifica dei giocatori italiani più vincenti di sempre. Tra i più importanti ci sono un’altro piazzamento a premi nel Main Event WSOP (nel 2016), varie top ten nel circuito australiano e in quello americano e un diciannovesimo posto assoluto nell’Asian Pacific Poker Tour.

Specializzato soprattutto nei tornei dal vivo, Butteroni ha dimostrato negli anni di sapersi difendere anche nel mondo del poker online. Uno dei suoi risultati più prestigiosi, e non solo a livello economico, è il secondo posto nel Sunday Special di PokerStars raggiunto a ottobre 2016. Un piazzamento che va oltre il mero risultato pokeristico. In occasione del domenicale della Casa della Picca Rossa, infatti, il romano ha deciso di aderire insieme ad altri campioni come Dario Sammartino e Mustapha Kanit, all’iniziativa proposta da Cristiano Guerra di devolvere il 20% dei premi vinti alle vittime del terribile terremoto di Amatrice del 2016.

Una decisione che da l’idea dello spessore umano di un ragazzo che ha deciso di girare il mondo per seguire la sua passione e per confrontarsi con i più importanti campioni del poker sportivo internazionale.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da