28012020Headline:

Mistero su una schiuma apparsa ieri su lungolago

Il fenomeno è stato immortalato da una villeggiante. Ignota la sua natura

Una strana schiuma è apparsa ieri sul lungolago di Bolsena. Il fenomeno è stato segnalato da una villeggiante tra il bar del porto e il Moro. Al momento non si sa di che cosa si sia trattato. ”E’ difficile dire su due piedi che cos’è – dice Georg Wallner dell’associazione Bolsena Lago d’Europa (Bleu) che da anni si occupa di fare analisi sulle acque del lago – diverse possono essere le cause delle schiume: dalle alghe alle acque fognarie a quelle di scarico. Solo schiuma dice poco”.

L’associazione Bleu, che da tempo è con il fiato sul collo delle istituzioni per tutelare la salute del lago, nel suo sito riporta sia i risultati dei monitoraggi sulla qualità delle acque del lago che gli aggiornamento sullo stato dei lavori sui collettori fognari e le stazioni di sollevamento.

”I lavori non sono ancora finiti – afferma ancora Georg Wallner – Il collettamento intorno al lago è completato al 90 per cento. A inizio del mese Il direttore del Cobalb, che gestiva il collettore, ci ha assicurato che sarebbero stati completati entro ottobre ma dopo le ultime notizie sui problemi del consorzio con la Regione, non sappiamo che cosa sta accadendo, se i lavori stanno procedendo”.

Sulla qualità delle acque, Georg Wallner specifica che bisogna distinguere tra salubrità in termini di balneazione e salute ecologica del lago. ”Lo stato di salute globale del lago – dice – è peggiorato progressivamente negli ultimi 10 anni. Più difficile invece è definire globalmente lo stato di balneazione delle acque: ci sono zone dove anche l’state scorsa c’erano sversamenti quindi era sconsigliabile la balneazione. Se ora queste stazioni di sollevamento funzioneranno, il rischio che la balneabilità sia compromessa si riduce sensibilmente. Restano dei difetti nelle reti fognarie dei Comuni che da tempo spingiamo a risolvere. Si tratta di guasti di piccola entità che se riparati potrebbero rendere la balneabilità eccellente”.

Per fare questo l’associazione Bleu si è già rivolta ai sindaci prima dell’estate. ”A novembre inizieremo il giro delle amministrazioni, degli uffici tecnici e dei primi cittadini a cominciare da quello di Gradoli – rivela ancora Georg Wallner – con Legambiente incontreremo il sindaco che già si è detto disponibile a collaborare per risolvere il problema. Sarebbe già un buon inizio. Se anche gli altri Comuni facessero altrettanto, la prossima estate avremmo una balneabilità eccellente del lago”

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da