13112018Headline:

Ristrutturazioni gratis a casa, condannato maresciallo dei carabinieri

L’ex comandante della stazione di Capodimonte già sospeso dal servizio

Costrinse un imprenditore edile a ristrutturargli casa gratuitamente per chiudere un occhio su delle piccole anomalie della ditta, condannato l’ex comandante dei carabinieri di Capodimonte.

Ieri mattina di fronte al giudice Gaetano Mautone il rito abbreviato a suo carico con la discussione e la sentenza: un anno di arresto – con pena sospesa – per aver costretto l’imprenditore a realizzare i lavori di ristrutturazione e un non doversi procedere per quanto riguarda l’abuso edilizio, essendo intervenuta la prescrizione.

A denunciare il maresciallo, poi rinviato a giudizio per estorsione, era stato lo stesso imprenditore che stando a quanto raccontato agli inquirenti, sarebbe stato costretto a ristrutturare il nuovo appartamento del militare gratuitamente per far mantenere il silenzio su alcune anomalie della ditta edile. Un ricatto, di fatto, che costò al maresciallo, sospeso dal servizio ormai da due anni, un processo penale: ieri la sentenza.

Dopo la riqualificazione del reato di estorsione in violenza privata, l’ex comandante è stato condannato.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da