12112019Headline:

Strade colabrodo, brutto biglietto da visita

Vetralla, disagi in via Calandrella e via Foro Cassio

di Daniela Venanzi

VETRALLA – Avvallamenti, buche, rattoppi, dislivelli, cedimenti, così versano numerose strade del comune di Vetralla. Giocarsi le sospensioni o gli pneumatici, per la felicità di meccanici e gommisti, diventa come bere un bicchiere d’acqua. Ma anche fare passeggiate a piedi, o peggio per i portatori di handicap, percorrere brevi tragitti, è un vero tormento.

”Un disagio di grandi proporzioni – dice un signore che ogni giorno esce per portare a spasso il cane, lungo Valle Calandrella – questa è una strada praticamente parallela alla via Cassia ed è anche decisamente trafficata, pensate che alla fine della stessa c’è una palestra con frequentazione giornaliera e assidua di persone, e quindi con automobili che vanno e vengono ad ogni ora. Direi che è molto pericoloso – insiste il cittadino esasperato – sia per gli uomini che per i mezzi in transito”.

Ma, a via Valle Calandrella, si possono aggiungere tante altre vie notevolmente disastrate, come via Foro Cassio per esempio, dove insistono ville e anche agriturismi, nei quali si effettuano matrimoni e ricevimenti.

Pensate a duecento invitati e magari a 60 o 70 auto che passano da lì per giungere alla meta. Arrivare sani e salvi diventa davvero una sorta di ruota della fortuna, con persone che si improvvisano improbabili piloti di slalom. Non basta certo mettere cartelli, dove si annuncia di entrare in una strada dissestata a lavarsene le mani.

Davvero una nota dolente per il territorio di Vetralla che potrebbe essere meta di pellegrinaggio turistico per la bellezza del centro storico, per il territorio ricco di natura, e per l’offerta privata di ristoranti e pizzerie. Il biglietto da visita di un paese passa proprio attraverso le strade e questa amministrazione al momento sembra davvero essere rimasta al palo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da