21112019Headline:

Uno lo minaccia col fucile, l’altro lo prende a pugni: entrambi condannati

42enne e 61enne alla sbarra per minacce e lesioni, pesantissime le richieste dell’accusa

Sarebbero arrivati ai ferri corti per motivi personali, del tutto futili, ma che hanno rischiato di far cadere su entrambi condanne penali pesantissime. Tre anni l’uno e un anno e mezzo l’altro per essersi rispettivamente minacciati con un fucile da sub e aggrediti a suon di calci e pugni.

La vicenda, datatissima, risalente al 2010, si è conclusa ieri di fronte al giudice Silvia Mattei, alla sbarra un 42enne e un 61enne venuti alla mani davanti casa a Fabrica di Roma.

Il più giovane avrebbe colpito l’altro con dei forti pugni al volto fino a farlo sbattere contro un muro di contenimento, il 61enne, invece, qualche minuto prima, imbracciato un fucile subacqueo avrebbe puntato l’arma contro il rivale.

Un bollettino medico pesantissimo, quello seguito alla discussione: l’uomo colpito a suon di cazzotti, avrebbe riportato un ematoma subdurale e parietale e la compressione del terzo ventricolo. Ossia un trauma cranico con sanguinamento interno a far pressione sul cervello. Lesioni potenzialmente mortali.

Ieri la condanna per entrambi. Del tutto ridimensionate rispetto alle richieste del pubblico ministero a 3 anni e un anno e mezzo, sono stati condannati a 6 mesi ciascuno.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da