28012020Headline:

Occupazione e innovazione sociale, arriva R.A.F.F.A.E.L.

Il progetto della Provincia presentato venerdì scorso

E’ stato presentato venerdì mattina nella Sala Conferenze della Provincia il progetto R.A.F.F.A.E.L., l’iniziativa finanziata nell’ambito di una call del programma europeo per l’occupazione e l’innovazione sociale. Presenti all’incontro il presidente della Provincia Nocchi, la presidente dell’associazione Iotti, Livia Turco, la consigliera nazionale di parità, Franca Cipriani, il direttore di Legautonomie, Loreto Del Cimmuto e il presidente di Leganet, Alessandro Briccatelli.

Dopo i saluti e i ringraziamenti fatti dal ‘’padrone di casa’’ Pietro Nocchi, la parola è passata a Livia Turco. ‘’ Sono felice che in una provincia, un territorio complesso si parli di tempo e di tempi di vita – ha affermato la presidente dell’associazione Iotti – . Le politiche sociali sono efficaci solo se accessibili in tutto il territorio nazionale. L’inclusione sociale è un fattore determinante: serve gioco di squadra e rete per poter fare qualcosa di concreto. A volte non lo consideriamo, ma il tempo è una risorsa scarsa e un fattore di diseguaglianza sociale. In passato, negli anni ’80, ci fu una grande stagione in cui le donne dimostrarono che il tempo non era poi un valore così astratto. Vorrei che questo Raffael avesse l’ambizione di promuovere una battaglia più grande. L’innovazione è una sfida importante e per vincerla serviranno tanti fattori, ma fra tutte credo che sia fondamentale tornare a ricostruire la comunità e il prendersi cura delle persone. Oggi vogliono riportarci indietro al concetto di famiglia tradizionale, ma che non si sa bene cosa sia davvero se non un arretramento della società tutta’’.

Il progetto Raffael si propone di sviluppare un modello innovativo basato sull’integrazione delle misure di welfare pubblico e aziendale per quanto riguarda la conciliazione vita-lavoro in settori lavorativi strategici per l’economia della Tuscia, a partire dal turismo inteso come cultura, industria e benessere. ‘’Il ruolo di istituzioni come la mia è quello di fare da collante tra i diversi soggetti che si ritrovano ad agire sul territorio – ha affermato la consigliera Cipriani -. Vorrei che la mia azione possa favorire la crescita e lo sviluppo di una rete virtuosa per il rilancio della Tuscia. Iniziative come quelle collegate allo smart working possono generare un rapporto del lavoro paritario tra uomo e donna’’.

Al progetto verranno coinvolti tutti i 60 comuni e parteciperanno attivamente 20 associazioni di categoria della Tuscia, tra associazioni e imprese sociali. Raffael è diretto a promuovere la cultura della condivisione delle responsabilità di cura tra uomini e donne, oltre che a sviluppare e testare un modello di conciliazione vita-lavoro nel territorio della Tuscia basato sulla collaborazione tra organizzazioni pubbliche e private.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da