19032019Headline:

Picchia quattro poliziotti, dovrà scontare 3 anni e 10 mesi di carcere

L’uomo era stato fermato vicino alla stazione di Porta Fiorentina la vigilia di Natale

La mattina della vigilia di Natale, nel tentativo di sottrarsi all’identificazione, diede in escandescenze poco lontano dalla stazione ferroviaria di Porta Fiorentina, aggredendo quattro poliziotti chiamati in soccorso dal comandante della polizia ferroviaria Marco Buttinelli. Li spedì tutti e quattro in ospedale con prognosi da sette a dieci giorni.

Immediatamente fermato e arrestato, ieri, dopo un processo lampo, è stato condannato: il 24enne, originario del Mali, dovrà scontare una condanna a 3 anni e 10 mesi di carcere. Una pena pesantissima per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, quella inflitta al giovane dal giudice Roberto Colonnello che la scorsa settimana, su richiesta della difesa, lo aveva ammesso al rito abbreviato.

6 mesi la pena formulata dal pubblico ministero. Moltiplicata di circa otto volte la decisione del giudice.

Il 24enne, straniero senza fissa dimora che per mesi avrebbe cercato ripari di fortuna per trascorrere le notti, è in carcere dal giorno dell’arresto del 24 dicembre scorso: quella mattina sarebbe dovuto andare al centro di igiene mentale, ma dopo l’aggressione ai quattro agenti per lui si aprirono le porte del penitenziario di Mammagialla.

”Dove tutto sommato sto proprio bene” aveva riferito lui stesso al giudice, tramite interprete, alla precedente udienza. Ritrovato in strada circa tre mesi sporco, denutrito e malconcio, ora vorrebbe tornare dalla sua famiglia in Mali, ma prima dovrà scontare la sua condanna.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da