21082019Headline:

Bassano Romano ricorda Alberto Catena

Stamani alla scuola media ''Luigi Pellegrini'' verrà celebrato il 20enne, promessa del nuoto, scomparso prematuramente lo scorso dicembre

Riceviamo e pubblichiamo da Memorial ”Alberto Catena”

BASSANO ROMANO – Bassano Romano ricorda Alberto Catena. Oggi, lunedì 20 maggio, alla scuola media “Luigi Pellegrini” – alla presenza dei genitori, dei referenti di plesso, del corpo docente, degli studenti, dei tecnici della Manziana Acquatica (società di appartenenza di Alberto), di amici e partenti – verrà celebrato il 20enne bassanese, promessa del nuoto, prematuramente scomparso lo scorso dicembre.

La morte di Alberto, grande combattente e grande sportivo, non passò di certo inosservata.

Non solo Bassano Romano, suo paese di nascita e di residenza, ma anche in alcuni comuni del comprensorio come Trevignano (paese di origine del papà) Capranica Ronciglione e Manziana (dove Alberto aveva praticato lo sport che più amava), più altri ancora – tutti profondamente colpiti da questa tragedia – tributarono al campione di nuoto tanti messaggi, saluti ed attestati di stima.

Ai genitori, Stefano Catena e Cristina Vincenti, alla sorella Aurora ed ai parenti tutti, arrivarono immediatamente le condoglianze e l’abbraccio di tantissime persone. Molte delle quali, non conoscendolo direttamente, ma apprendendo della sua storia, si sono commossi alla sola notizia.

Ma l’aspetto che destò, nei confronti di Alberto, un grande rispetto ed una grande ammirazione fu proprio quello che – malgrado stesse lottando da tempo con la malattia – non esitò a deridere il male sfidandolo in acqua, facendo e “servendosi” dello sport. Un grande messaggio questo.

Nonostante le condizioni fisiche non ottimali egli non gettò mai la spugna. Ed anzi, ogni volta che terminava una gara, si burlava del suo nemico invisibile.

“Ha combattuto come un leone tenendo testa alla malattia fino alla fine”, così il papa di Alberto, durante i funerali celebrati il 30 dicembre scorso. Ai quali prese parte una folla oceanica. Non solo l’interno della Cattedrale Santa Maria Assunta ma anche la vicina piazza Umberto I furono invase da tanta gente che volle riconoscere al 20enne di Santa Maria dei Monti non solo l’ultimo saluto ma anche delle qualità non comuni per un ragazzo di quella età.

E proprio con questo spirito che si è voluto ricordare la figura di Alberto, proprio a Bassano Romano, nelle scuole del suo paese – tra l’altro l’istituto da lui stesso frequentato da adolescente -, affinché le sue gesta ed il suo messaggio non solo non siano risultate vane, ma che siano anche e soprattutto da monito per le giovani generazioni.

 

Memorial Alberto Catena

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it
Portale realizzato da