19052019Headline:

”Ha preso per il collo la mia ragazza…”

Tentato omicidio di Vitorchiano, emergono nuovi dettagli: il 24enne provocato dalla vittima. Respinta la richiesta di revoca dei domiciliari dal gip

Prima di essere investito con l’auto e di finire in ospedale con una prognosi di trenta giorni, appena concluso il concerto in piazza di Luca Carboni, il 40enne avrebbe provocato il giovane, prendendo a calci la sua macchina e strattonando per il soprabito la sua ragazza.

Emergono nuovi, inediti dettagli sul tentato omicidio di Vitorchiano di sabato notte: ai domiciliari da cinque giorni, il 24enne – accusato di tentato omicidio – avrebbe ”reagito ad una sequenza di provocazione” messe in atto dall’uomo che poi, secondo l’ipotesi dell’accusa, avrebbe cercato di investire con l’auto.

Provocazioni che non avrebbero risparmiato neppure la sua giovane fidanzata, che sarebbe stata presa per le spalle e ripetutamente strattonata in segno di sfida. Da qui la presunta reazione del 24enne, che avrebbe inseguito e investito la vittima con l’auto, lasciandola sul ciglio della strada.

Fermato di fronte al convento dei Cappuccini dai carabinieri in piena notte, è agli arresti domiciliari da domenica mattina. E dovrà restarci. La decisione del gip Rita Cialoni è arrivata ieri, a meno di 24 ore dalle richieste della difesa di modifica della custodia cautelare: nessun alleggerimento, nessuna revoca. Il 24enne, indagato per tentato omicidio, resta ai domiciliari.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da