21082019Headline:

”Sabrina mi hai trattato male, ma io ti renderò ancora più famosa”

Le lettere del 68enne di Onano dedicate alla Ferilli, l'uomo è finito a processo per stalking

”Sabrina con me non ti sei certo comportata in maniera chiara e trasparente, eppure, malgrado tutto, io ti sono amico, tanto da difendere la tua immagine di attrice e di donna con qualsiasi persona io mi trovi coinvolto a parlare”. Anche con gente dello spettacolo, perchè il 68enne di Onano, finito alla sbarra per stalking dopo una denuncia della nota interprete romana Sabrina Ferilli, sarebbe un autore di pièces teatrali affermato. E con un sogno nel cassetto: quello di vederle interpretate dalla sua attrice preferita, alla quale avrebbe dedicato fiumi di inchiostro per convincerla ad accettare. Ma non solo, per mesi sarebbe andato anche a cercarla sotto casa, donandole rose e fiori.

Denunciato e finito alla sbarra per stalking, nei giorni scorsi si è aperto a Roma il processo a suo carico, che entrerà nel vivo solo a metà settembre quando la Ferilli, che non si è costituita parte civile, deporrà in aula.

”Non ti chiedo di prendermi in considerazione come attore, ma come autore – le ha scritto l’uomo, nel corso degli anni – potresti fare questi spettacoli con altri attori famosi, che diano lustro al cartellone assieme al tuo nome”.

”Io sono convinto che nei miei lavori si trovino personaggi che ti renderanno grandissima nel prossimo futuro. La mia è voce che parla fuori dal coro e proprio per questo da prendere in considerazione”. Poi la presentazione dei vari personaggi femminili che la Ferilli avrebbe saputo interpretare alla perfezione e con i quali sarebbe divenuta ancora più affermata, dato che ”raggiunta ormai la mezza età, si trova a combattere con l’invecchiamento e lo sfiorire della bellezza”.

Tra i destinatari delle sue lettere, anche la conduttrice Maria De Filippi: ”Sei molto amica di Sabrina e magari avrai modo di farle avere le mie parole: ti stimo molto come conduttrice e ti faccio i complimenti per le tue trasmissioni. E anche se prima di oggi non mi hai mai degnato di risposta, spero che stavolta lo farai”.

Una lunga serie di appelli che non hanno, però, raggiunto il risultato sperato e che hanno trascinato il 68enne, difeso dall’avvocato Samuele De Santis, alla sbarra per stalking.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da