24082019Headline:

Litigano e gli tira la crostata, ”Poi mi ha preso a pugni facendomi finire in ospedale”

Ai ferri corti due colleghi di lavoro, uno è a processo per lesioni g

VITERBO – (b.b.) ”Mi è venuto incontro, mi ha insultato, ha tentato di provocarmi e mi ha tirato una crostata. Poi si è avvicinato ancora un pò e mi ha sferrato due pugni al volto, un destro e un sinistro e mi ha preso per il collo, facendomi cadere a terra”.

A parlare, di fronte al giudice Silvia Mattei è un 29enne originario di Cagliari, arrivato a Viterbo per lavorare all’interno di un noto albergo della città come portiere.

Sarebbe stato aggredito da un collega di lavoro poco dopo aver staccato dal turno di notte.

”Erano le sette di mattina, stavo andando via quando mi sono ricordato di aver dimenticato un foglio sulla scrivania – ha spiegato – sono rientrato e M.F. mi ha subito aggredito perché secondo lui non avevo svolto alla perfezione una delle mie mansioni. Ho cercato di non assecondarlo fino a che non mi si è avventato contro”.

Cazzotti, mani alla gola e poi una caduta a terra, che sarebbe costata al giovane le distorsioni del ginocchio, del polso e una serie di escoriazioni al volto e al collo, per un totale di 148 giorni di prognosi ”per ottenere una completa riabilitazione”.

Cinque mesi fuori dal posto di lavoro e una denuncia a carico del suo presunto aggressore che ora si trova a processo con l’accusa di lesioni gravi.

”Continuava a ripetermi che mi avrebbe ammazzato – ha concluso la vittima, parte civile nel procedimento – ho lavorato per quattro anni in quell’hotel e non c’è stato un collega che non abbia avuto problemi con l’odierno imputato”.

Si tornerà in aula tra una manciata di settimane.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da