20102020Headline:

”Una fermata del Frecciarossa a Orte”

I pendolari lanciano una petizione per chiedere due soste giornaliere dell'AV

ORTE – Una fermata del Frecciarossa a Orte per collegare Tuscia e Umbria con il resto dell’Italia. È quanto richiedono i pendolari attraverso un petizione online lanciata sul portale Change.org. La petizione per richiedere l’alta velocità è stata indirizzata il 28 luglio a Trenitalia e ha già raggiunto in poche ore i 350 firmatari.

”Oggi chiunque viva e lavori in provincia di Viterbo e di Terni non ha un collegamento veloce per raggiungere le grandi città. Chiediamo a Trenitalia S.p.A. di assicurare una sosta giornaliera del FrecciaRossa al mattino e una alla sera a Orte”, recita il testo.

”L’aggiunta di due fermate giornaliere dell’Alta Velocità a Orte permetterebbe a molti lavoratori di raggiungere in modo estremamente più rapido le principali città italiane, aprendo grandi prospettive ai territori dell’Alto Lazio e dell’Umbria. L’Alta Velocità – continua la petizione – permetterebbe anche agli studenti di viaggiare in modo più agevole, oggi l’Università degli Studi della Tuscia attira sempre più studenti da fuori provincia i quali gioverebbero del nuovo collegamento”.

”Per riuscire a rendere questa causa rilevante dobbiamo far capire a Trenitalia che si tratta di un problema sentito su tutto il territorio! – prosegue – Ad oggi per arrivare a Roma Termini da Viterbo è necessaria almeno 1h30 di viaggio verso sud. La corsa diretta è presente solo al mattino fra le 6 e le 7, così che spesso si è costretti a raggiungere Orte in auto (30′) e da lì muoversi verso Roma Termini con un Regionale Veloce. Questa condizione si verifica per qualsiasi spostamento che richieda di prendere un FrecciaRossa prima delle 8 o dopo le 9. Una situazione simile la si ha a Terni, da cui è necessaria 1h10 di viaggio”, conclude la petizione.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da