25102020Headline:

Il gioco nel mondo tra le migliori slot online casino e scommesse

Quando si pensa al gioco d’azzardo a livello mondiale il primo nome che viene in mente è Las Vegas, ma in realtà il gioco è una pratica davvero diffusa, come mostra un’analisi del gioco a livello mondiale fatta dall’Economist. Quest’analisi tiene conto delle diverse tipologie di gioco, da quelle effettuate nei casinò, quelle nelle agenzie e ricevitorie e quelle su internet, alle migliori slot online, giochi di poker, blackjack, ma anche scommesse sportive e giochi tradizionali, come Lotto e bingo. Proprio il settore del gioco a distanza, infatti è quello che ha la crescita più veloce, e caratterizza l’11% del totale dei profitti provenienti dal gioco. Se è vero infatti che l’intero comparto del gioco ha tassi di crescita sempre positivi, quello del gioco a distanza, che offre sempre maggiore accessibilità alle migliori slot online e a tutti i giochi che si possono immaginare e desiderare, è destinato a crescere in maniera esponenziale.

Se guardiamo i dati forniti dall’Economist, al primo posto della classifica per le perdite pro-capite annuali, relative esclusivamente alla popolazione adulta, vi è l’Australia.

Chi gioca e perde alle migliori slot online e con gioco fisico

Il dato relativo alle perdite è calcolato su tutti i tipo di gioco, e accorpa infatti i giochi fatti nei casinò, fuori dai casinò, alle macchinette di gioco, le scommesse, le lotterie e il gioco alle migliori slot online. Se si considera che l’Australia è stato il primo paese a regolarizzare il gioco d’azzardo, il dato non è così stupefacente. I numeri si riferiscono a tutto il 2016 e mostrano una perdita pro-capite per gli australiani pare a 990 $, ben 400 $ in più di Singapore, che si posiziona al secondo posto, sulla base di questo indicatore. In questa classifica, l’Italia si posiziona al nono posto, dopo Irlanda, Finlandia, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Canada e Norvegia, e prima di Gran Bretagna e Islanda.

La posizione del nostro Paese conferma tutte le ricerche che vedono gli Italiani come amanti del gioco, sia quello offerto in modalità e forme tradizionali, sia quello effettuato alle migliori slot online. Ma siamo in ottima compagnia, anche tenendo conto che gli indicatori di gioco italiani, e di tutti gli altri paesi presi in esame, sono in aumento.

Il primato degli Usa e la regolamentazione delle migliori slot online

Gli Stati Uniti occupano il primo posto in un’altra classifica, quella in cui si valutano le perdite totali dei giocatori. Nel corso del 2016 negli USA queste hanno raggiunto i 117 miliardi di dollari. Ma anche negli Stati Uniti, come in Italia, è molto presente il fenomeno del gioco illegale, dato che nella maggior parte degli stati della federazione, il gioco d’azzardo legale non è consentito, mentre le scommesse sportive sono legali solo in uno stato. Questa regolamentazione così restrittiva fa sì che nelle classifiche del gioco pro-capite, gli Usa siano superati da paesi come l’Irlanda e la Finlandia, in cui è consentito il gioco a distanza, e le migliori slot online sono a disposizione di tutti. Nella classifica delle perdite totali l’Italia si posiziona quarta con 19 miliardi di dollari, dopo Cina e Giappone.

Per quanto riguarda il nostro Paese la regolamentazione del gioco e poi del gioco online, che ha avuto impulso con il decreto per l’Abruzzo e con le norme sul gioco a distanza del 2011, ha spinto a un progressivo aumento del gioco. Questo ha visto prima una massiccia invasione di VLT e slot machine sul territorio, e poi il proliferare di siti e piattaforme che si fanno guerra a colpi di bonus e migliori slot online. Ma mentre il gioco a distanza sembra non conoscere limiti, per quanto riguarda il gioco fisico, almeno da un punto di vista normativo, siamo in una fase di ridimensionamento.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it
Portale realizzato da