22102019Headline:

Sagra delle castagne di Soriano, verso la scelta del palio

Il 12 settembre la decisione della giuria. Le opere in concorso esposte all'ufficio turistico

Con il mese di settembre 2019 si avvicina la Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino. La cittadina si sta preparando all’edizione numero 52 della grande manifestazione storico-rievocativa che per tre weekend di ottobre, oltre all’anteprima del 22 settembre, tornerà ad attirare visitatori da tutta Italia e oltre. La manifestazione è organizzata dall’Ente Sagra delle Castagne, presieduto da Antonio Tempesta, in collaborazione con il Comune di Soriano nel Cimino.

Una fase importante nell’avvicinamento alla festa è la scelta del palio che il prossimo 6 ottobre, al termine del torneo degli arcieri e della giostra dei cavalieri, sarà assegnato alla contrada vincitrice. I palii partecipanti al concorso artistico, esposti dallo scorso 29 agosto presso l’ufficio turistico in Piazza Vittorio Emanuele II (orari lunedì-venerdì 10-12, sabato-domenica 10-12.30 e 16-18), il 12 settembre saranno valutati da una giuria composta da artisti, esperti e rappresentanti dell’Ente Sagra delle Castagne e dell’amministrazione comunale.

Con la Sagra delle Castagne tornano i tradizionali appuntamenti che caratterizzano la manifestazione: oltre al suddetto Palio, il Corteo Storico, il Convivium Secretum (gara enogastronomica in costume tra le quattro contrade, 18 ottobre), i giochi popolari, la rievocazione ‘Soriano tra storia e leggenda’, il Premio nazionale Vojola d’oro. E poi le esibizioni degli Sbandieratori e degli Spadaccini, altri spettacoli rievocativi, conferenze sulla storia locale, presentazioni di libri, mostre d’arte, mercatini e tanto altro ancora.

L’Ente Sagra è al lavoro per apportare alcune novità e per promuovere sempre più la festa, facendola conoscere in tutta Italia e facendo vivere ai turisti un’esperienza immersiva nel passato. Il 6 ottobre, presso le quattro contrade sorianesi – Papacqua, Rocca, San Giorgio, Trinità – debutterà ‘Vita nella Civitate de Suriano’, con la rappresentazione di scene di vita quotidiana medioevale e rinascimentale.

‘Tutto questo – commenta Antonio Tempesta, presidente dell’Ente Sagra – è possibile grazie all’impegno delle contrade, che non smettono mai di lavorare durante tutto l’anno per far crescere e migliorare la nostra festa. Anche quest’anno ci aspettiamo una grande affluenza di turisti: ormai il nostro motto, ‘non chiamatela solo Sagra’, lanciato nel 2018 dai due nostri speaker Mariapaola Mascellini e Gianni Luniddi, è diventato un tormentone a cui attenersi scrupolosamente’.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da