05042020Headline:

Cambio del comando al reggimento Aves ”Antares”

Il colonnello Giovanni Quartuccio prende il posto di Raffaele Aruanno

VITERBO –  Si è svolta ieri mattina, all’interno dell’hangar del 28° Gruppo Squadroni ”Tucano” dell’aeroporto Fabbri, la cerimonia di avvicendamento al comando del 1° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Antares” tra il Colonnello Raffaele Aruanno, cedente, e il Colonnello Giovanni Quartuccio, subentrante.

Alla presenza del Generale di Brigata Paolo Riccò, delle Autorità militari e civili della città di Viterbo e di una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Aviazione dell’Esercito, il Colonnello Aruanno, nel suo discorso di commiato, ha tracciato una sintesi di questo suo periodo di comando mostrando soddisfazione per l’esperienza, la professionalità e l’impegno con cui gli uomini e le donne del reggimento hanno operato per portare a termine tutti gli obiettivi prefissati.

”Voi siete Antares e porterò con me l’orgoglio di essere stato il vostro Comandante e aver fatto parte di questa splendida unità”.

Al suo successore, il Colonnello Aruanno ha formulato l’augurio di buon lavoro nel proseguire le innumerevoli attività che vedono il reggimento protagonista essenziale sia nella gestione degli impegni operativi e addestrativi sia nella condotta di interventi a supporto di enti locali e soccorso nazionale: “non c’è stata esercitazione o attività operativa in cui non sia stato richiesto l’intervento dei nostri CH 47”.

 

Da oggi la Bandiera di Guerra, simbolo indiscusso di valori assoluti per tutti i baschi azzurri del reggimento passa, dalle mani del Colonnello Aruanno, che andrà a ricoprire l’incarico di Capo di Stato Maggiore del Comando Brigata Aeromobile “Friuli”, nelle mani del Colonnello Giovanni Quartuccio, proveniente dal 3° Reparto Pianificazione Generale dello Stato Maggiore dell’Esercito.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da