30032020Headline:

Al teatro dell’Unione riflettori puntati sul Mago di Oz

Al via oggi alle 18 la rassegna ''A teatro in famiglia''

Si apre oggi domenica 15 dicembre ore 18 la terza edizione della rassegna ”A Teatro in Famiglia”, promossa da Atcl – Associazione teatrale fra i Comuni del Lazio con il finanziamento del Ministero per le attività Culturali e del Turismo, della Regione Lazio e del Comune di Viterbo al Teatro dell’Unione di Viterbo, con la favola senza tempo IL MAGO DI OZ, per bambini dai 4 anni, regia Italo Dall’Orto.

Alla sua quinta stagione, dopo aver conquistato il pubblico di grandi e bambini di tutta Italia, lo spettacolo continua a incantare e divertire in un adattamento capace di affascinare senza mai tradire le aspettative di chi ha sognato sulle pagine del celebre romanzo dello scrittore L.Frank Baum. La parte di Dorothy è affidata alla giovane Gea Dall’Orto, capace di rapire il pubblico, trascinandolo in un viaggio di avventure e colori.

Sarà accompagnata nel suo viaggio di ritorno a casa da tre personaggi: lo Spaventapasseri, l’Uomo di Latta e il Leone, insieme a loro incontrerà la Strega dell’Ovest, e Glinda interpretata e danzata da una ballerina. La scenografia di sole proiezioni e grandi atmosfere di luci, lascia spazio a colorati e magici costumi che insieme alle musiche originali di Gionni Dall’Orto, ispirate all’intramontabile motivo di “Over the Rainbow”, emozionano in un connubio di teatro, danza e musica per tutte le età.

Scrive il regista Italo Dall’Orto: «Il viaggio di Dorothy con l’uomo di latta, l’uomo di paglia e il leone pauroso è un’avventura in cui la presenza animale viene così sdoppiata nell’animale umanizzato, il leone, e nell’animale-animale, però addomesticato – come un invito a qualcosa di più che la tolleranza nei confronti delle diversità. Dorothy è anche e soprattutto lo sguardo libero ed esigente dell’infanzia, che non si accontenta di poco, che aspira al “mondo nuovo” della libertà e della solidarietà e che non accetta che possano esistere diversità non conciliabili, incontri non produttivi, aspirazioni che non si fanno comuni coinvolgendo noi e gli altri. Il gruppo dei quattro attraverserà prati fioriti e impervie foreste, il sereno e le burrasche, le allegrie del giorno le paure della notte le incertezze dei crepuscoli, ma alla fine troverà il regno dell’armonia: tra noi e gli altri, tra noi e la natura».

Inoltre Libri in scena: prima di ogni rappresentazione, nel foyer del teatro alle ore 17.00, verrà allestito un angolo dedicato alla lettura ad alta voce con Librimmaginari, un progetto di Arci Viterbo a cura di Marcella Brancaforte e Marco Trulli.

La biglietteria del Teatro è aperta dal martedì al sabato con orario 10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00.

Aperto anche di domenica, con gli stessi orari, solo in caso di spettacoli o altre attività; chiuso il lunedì.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da