20012020Headline:

Perde il controllo e si scaglia contro i genitori, 21enne allontanato da casa

Il giovane, trovato in possesso di droga, avrebbe distrutto le porte dell'appartamento

Distrugge le porte delle stanze e si scaglia contro genitori, insultandoli, 21enne allontanato da casa.

A finire in manette per maltrattamenti contro il padre e la madre è stato un giovanissimo ragazzo di Ronciglione, che ieri mattina è stato processato per direttissima di fronte al giudice Silvia Mattei.

Secondo quanto emerso, il 21enne, nei giorni scorsi, si sarebbe scagliato contro i genitori, urlando frasi piene di insulti. ”Sei un ciccione e non vali niente” avrebbe detto al padre. E avrebbe distrutto le porte di alcune stanze, preda di uno scatto di rabbia.

I carabinieri di Ronciglioni, intervenuti nell’abitazione della famiglia, avrebbero inoltre trovato nella camera del ragazzo anche 9 grammi di hashish, posta sotto sequestro.

Per il 21enne, così come richiesto dal pubblico ministero, è scattato l’allontanamento da casa: andrà ad abitare in un appartamento ad alcuni chilometri di distanza.

Dovrà tornare in aula, assieme al suo difensore, l’avvocato Simone Bernini, il prossimo 5 febbraio per il prosieguo del processo che lo vede, seppur giovanissimo, imputato per maltrattamenti in famiglia.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da