03072020Headline:

”Tanti progetti per il 2020 a cominciare dal percorso trekking”

Anche la raccolta rifiuti nel 2020 subirà importanti cambiamenti

di Veronica Ruggiero

CELLERE – Un bilancio positivo quello che Edoardo Giustiniani, primo cittadini di Cellere, ha stilato in chiusura di questo 2019. A maggio i cittadini lo hanno riconfermato sindaco, anche se si trova a governare con una rinnovata maggioranza.

”Quest’anno mi sono trovato a concludere il primo quinquennio di amministrazione – ha dichiarato Giustiniani – Cinque anni fatti di cose buone, altre purtroppo meno buone, di esperienze, di relazioni istituzionali e sociali. Un percorso in cui ho condiviso situazioni di ogni genere insieme alla mia maggioranza, nella seconda metà dell’anno ho poi scelto di proseguire questa avventura con altri amici, che con entusiasmo mi accompagneranno in questa nuova ardua impresa. Il paese mi ha scelto per continuare la mia attività amministrativa e io, come ho sempre fatto, mi impegnerò ogni giorno per dare risposte positive a chi mi ha dato fiducia”.

Numerose le opere che nel piccolo borgo della Tuscia hanno visto la luce proprio recentemente. ”Alcune delle opere realizzate nel 2019 sono veramente importanti per la nostra piccola realtà – ha continuato Giustiniani – La fornitura e la posa in opera di nuovi parapetti lungo le vie della città, l’asfaltatura di alcune vie di interesse, il completamente della recinzione della scuola materna e dell’area deposito comunale, l’installazione di una parte di un impianto di videosorveglianza in alcune zone e il completamento della ristrutturazione di due piani della Rocca Farnese”.

Decisamente interessanti anche i progetti e gli obiettivi che il primo cittadino si è posto per il 2020. ”Per il prossimo anno spero di poter iniziare i lavori di sistemazione nella zona del Timone creando un importante punto pic-nic – ha proseguito il sindaco – Vorrei realizzare un percorso trekking che parta dal museo del Brigantaggio e che arrivi fino alla valle dei Mulini, passando per il Timone, la Grotta azzurra di Tiburzi e la Cascata. Inoltre vorrei poter realizzare alcune opere, attraverso i fondi ministeriali e regionali, per combattere il dissesto idrogeologico del territorio. In ambito sociale invece partirà l’iniziativa ‘Dopo di Noi’ che vedrà l’apertura di una casa accoglienza per persone con disabilità psicosociale. Continueranno poi i lavori all’interno della Rocca Farnese che diventerà sede per incontri culturali, eventi, mostre temporanee oltre che dell’archivio storico di Cellere”.

Anche la raccolta rifiuti nel 2020 subirà importanti cambiamenti. ”Inizieremo in fase sperimentale la raccolta differenziata porta a porta, ma non solo, ci occuperemo della pubblica illuminazione migliorando il servizio senza distogliere l’attenzione al risparmio energetico, inoltre promuoveremo nuovi corsi all’interno della struttura polifunzionale S. Giovanni Bosco”.

In chiusura il sindaco tira fuori il sogno dal cassetto. ”Vorrei trovare un modo per incentivare e promuovere un’economia sostenibile, riuscendo a sfruttare al meglio le potenzialità del territorio, creando posti di lavoro e riportando i giovani nel nostro paese”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da