28022020Headline:

Dalla CCIAA un sostegno alle imprese della Tuscia che puntano all’estero

Il settore dell’export è assolutamente fondamentale per il successo e la sopravvivenza delle nostre PMI, dato che genera buona parte del PIL italiano ed è in continua crescita. Proprio per poter aiutare le aziende del viterbese a intraprendere questo percorso, la Camera di Commercio di Viterbo ha dato quindi il via alla seconda edizione di un programma appositamente pensato per sostenerle e guidarle: scopriamo di cosa si tratta.

Al via la seconda edizione del programma di sostegno all’export

La Camera di Commercio di Viterbo ha dunque deciso di lanciare la seconda edizione del programma SEI, nato con lo scopo di agevolare e accompagnare tutte le aziende del territorio che anno deciso di aprirsi a mercati internazionali. Si tratta di un’opzione che non comporta alcun costo aggiuntivo per le aziende che scelgono di aderire: per potersi iscrivere basta andare sulla pagina apposita e in seguito fare click sull’opzione “Sei un’impresa interessata all’estero”. Chi passa la selezione verrà poi contattato per ulteriori spiegazioni. In ogni caso, il sostegno del programma SEI faciliterà alcuni aspetti cruciali come l’avvio del proprio business sui mercati stranieri, e il rafforzamento della presenza delle imprese che già operano con l’export.

Vendere all’estero: ecco come muovere i primi passi in questo settore

Decidere di aprirsi ai mercati esteri può essere un passaggio entusiasmante, ma per poter diventare davvero fruttuoso deve essere organizzato nel migliore dei modi.
Il primo consiglio, quindi, è sempre sempre studiare con attenzione il mercato target, per capire se in effetti si adegua ai nostri interessi. Un dato prodotto potrebbe non avere le caratteristiche giuste per attecchire in un certo mercato, e il contesto potrebbe poi rivelarsi sfavorevole anche da un punto di vista legislativo. Di conseguenza, occorre sempre un’analisi a monte dei mercati, per capire quali sono quelli che propongono le prospettive di guadagno migliori.

Un punto su cui porre attenzione, riguarda la scelta dei partner commerciali. Occorre infatti selezionarli con molta attenzione, magari sfruttando servizi come quelli proposti da iCRIBIS, che permettono di verificare la solidità e l’affidabilità delle imprese con cui si intende collaborare anche se estere. È una strategia indispensabile, perché così è possibile evitare brutte sorprese e partnership poco positive per il nostro business.

Un altro tipo di analisi andrebbe svolto a livello di risorse interne. Questo per via del fatto che potrebbero essere o non essere presenti le competenze necessarie per aggredire un certo mercato di riferimento. In tal caso si parla anche delle risorse umane, come i dipendenti specializzati in una certa lingua straniera; dunque non è soltanto una questione di budget.

Infine, mai fare a meno delle opportunità proposte da Internet. La rete può infatti rivelarsi salvifica per il successo nella fase di export, grazie alla presenza di un sito web adeguato e di un e-commerce multi-lingua. Naturalmente anche i social media hanno un peso notevole da questo punto di vista, dato che sono utili per entrare in contatto con una determinata fascia di pubblico.

Aprirsi ai mercati esteri può essere l’opportunità attesa da molte aziende del viterbese per ampliare il proprio business, ma per poterlo fare al meglio serve essere organizzati e seguire determinati passi.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da