04072020Headline:

Folle inseguimento con sparatoria, i due giovani chiedono la messa alla prova

Arrestati lo scorso 11 febbraio ieri sono comparsi di fronte al giudice

Prima avrebbero aggredito con un colpo al volto un carabiniere in borghese e poi, rintracciati a piazza dei Teatro e avvicinati da un’auto dei militari si sarebbero dati alla fuga a bordo della loro Wolkswagen di colore nero per le principali vie della città.

Un folle inseguimento terminato a Valle Faul con una sparatoria: per non far piombare i due giovani su una volante della polizia ferma per un posto di blocco, i carabinieri sarebbero stati costretti a sparare dei colpi in aria.

Arrestati lo scorso 11 febbraio per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione abusiva di armi – sotto al sedile dell’auto sarebbe stato ritrovato un coltello – i due ragazzi ieri sono di nuovo comparsi di fronte al giudice Silvia Mattei, che all’indomani dell’arresto aveva proceduto alla convalida le li aveva rimessi in libertà.

Tramite i loro legali, gli avvocati Federica Ambrogi e Mario Proietti, hanno chiesto di essere ammessi ad un programma di messa alla prova.

In caso di parere favorevole da parte del giudice, il processo a loro carico sarà sospeso e potranno saldare il proprio debito con la giustizia attraverso lavori di pubblica utilità a favore della collettività. La decisione il prossimo primo luglio.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da