30032020Headline:

Come effettuare la registrazione domini regionali

La grande novità degli ultimi mesi acquistare domini regionali, ma chi si occupa della loro registrazione? Leggi l’articolo per scoprirlo.

Una delle ultime novità di questi ultimi mesi è la possibilità di acquistare domini regionali. Qualcosa che fino ad ora era relegato ad enti pubblici e che oggi invece è possibile a tutti. Ma che tipo di domini sono e come avviene la registrazione domini regionali? Qual è il vantaggio di poterne acquistare uno? Prosegui la lettura di questo articolo e risponderemo a tutte le tue domande.

I domini regionali

Negli ultimi mesi si è vista la nascita di domini del tutto nuovi e che sono definiti domini regionali. Questi particolari domini presentano un’estensione particolare che dal punto di vista SEO rappresentano un grandissimo vantaggio. I domini regionali si presentano così lazio.it, firenze.it, aosta.it e molti altri. Tutti contengono all’interno dell’estensione il nome di una città oppure il nome di una regione. Il loro costo è di circa 8 euro con rinnovo annuale a seconda del provider a cui vi affidate per l’acquisto. Questi domini si distanziano moltissimo dai domini relegati alle regioni che presentano invece una chiave secca come comuneroma.it e non si possono acquistare se non si è un ente regionale. I domini regionali invece sono fruibili a tutti e sono illimitati, questo perché dovete considerare, ad esempio, lazio.it un’intera estensione che ha lo stesso valore di un’estensione come .it o .com.

Qual è il vantaggio nell’acquisto di un dominio con estensione regionale?

Quando stai realizzando un sito web hai in mente un progetto online ben definito. Saprai bene che Google e gli altri motori di ricerca si muovono su determinati algoritmi che permettono di rispondere alle domande di un utente qualsiasi individuando le keyword all’interno di un sito internet. Le keywords sono delle parole chiave con cui si identifica un sito e che sono fondamentale per l’indicizzazione all’interno di una SERP (pagina generata da una ricerca di un utente qualsiasi). Più il tuo sito sarà autorevole ed indicizzato per i motori di ricerca e più potrai salire in alto nella SERP. Il vantaggio di essere tra i primi risultati è quello di poter ottenere più visite e quindi più potenziali clienti. Ed è per questo che per aumentare la visibilità di un sito web si utilizza moltissimo SEO.
Con il termine SEO si identificano tutte le strategie, le tecniche e le azioni che un web master o il proprietario di un sito web può mettere in campo per migliorare la visibilità di un sito web. Tra queste azioni c’è la possibilità di utilizzare parole chiave all’interno di un dominio. Fino ad oggi era possibile acquistare domini del tipo imbianchinoroma.it ed automaticamente ad ogni ricerca di un imbianchino su Roma il sito web sarebbe comparso. Di dominio così però ne esisteva uno soltanto, quindi unicamente un fortunato su milioni di utenti aveva la possibilità di sfruttarlo. Oggi con la possibilità di utilizzare domini regionali con estensioni così specifiche il mondo dell’indicizzazione si reinventa e stabilisce nuove regole, aprendo un’opportunità incredibile per milioni di utenti.
Il vantaggio è poter perciò è potersi identificare in determinati punti geografici regionali e permettere a più possibili clienti nella nostra zona di competenza. Puoi così da oggi trovare il giusto nome dominio che fa per te.

Che differenza c’è tra un dominio classico e un dominio regionale?

I nomi a dominio si distinguono per livello. Quando incontriamo un dominio it, sempre a livello regionale, parliamo di domini di primo livello. Quando invece prendiamo l’estensione e quindi venezia.it parliamo di domini di secondo livello. Il primo è sicuramente il massimo livello che si possa incontrare ma anche i domini di secondo livello sono molto validi ed utili a livello di indicizzazione. Sono utilizzati spessissimo e sono i migliori che tu possa usare per creare il tuo sito. Se invece ti trovi ad esempio il dominio che termina .website o con altre alcune estensioni parliamo di dominio di terzo livello. Generalmente quest’ultimi sono impiegati per le sotto pagine di un sito web, per i blog collegati ad un sito principale e molto altro. Sono considerati i domini con minor valore e solitamente se ne sconsiglia l’utilizzo per creare siti web principali.
La differenza tra i due domini è perciò che il .it è sicuramente è un tipo di dominio che utente qualsiasi non potrà acquistare perché sono i domini ufficiali utilizzati per le regioni, gli altri invece sono utilizzabili da tutti.

Cos’altro ci occorre per creare un perfetto sito web?

Quando devi realizzare il tuo sito online non ti servirà soltanto il dominio ma anche un servizio hosting a cui affidarti. Di hosting il mercato ne offre tanti e tutti diversi. I vari provider che ci sono online hanno, infatti, ben pensato di offrire prodotti alla portata di tutti e per ogni tipo di progetto. Possiamo individuare principalmente tre categorie differenti:
– Hosting condivisi. Sono degli hosting che permettono di sfruttare una parte di un server. Ci sono diversi tipi di pacchetti e tra questi è possibile scegliere quello più idoneo per le proprie necessità. Ci sono hosting che offrono spazio sufficiente per un sito vetrina e hosting che offrono abbastanza spazio per uno shop di piccole o medie dimensioni.
– Server dedicati. Questo è un altro tipo di prodotto che c’è offerto dai provider. Ci viene messa a disposizione la possibilità di utilizzare un intero server per il nostro sito. È un prodotto dalle grandi dimensioni e che è sicuramente consigliato maggiormente a chi ha un progetto web molto grande.
– Hosting web. Questo genere di prodotto ci permette di sfruttare un cloud server. Il nostro sito appoggerà sul cloud server online che a sua volta sarà appoggiato ad un server fisico. È indicato per tutti i tipi di progetti che vogliamo realizzare.

Come collegare il dominio all’hosting?

Di questo non devi assolutamente preoccuparti, infatti chi vende hosting solitamente offre anche la possibilità di acquistare il dominio insieme a questo prodotto. L’associazione dei due prodotti sarà perciò automatica e tu non dovrai fare nulla. Se invece hai già un dominio e vuoi collegarlo ad un nuovo hosting dovrai accedere al pannello di controllo e modificare la gestione dsn, per questo passaggio ti consigliamo di seguire le linee guida del tuo provider ogni piattaforma è strutturata differentemente.

Come acquistare un dominio?

Per acquistare il dominio puoi scegliere di affidarti a qualsiasi piattaforma, in Italia ne esistono tante e della registrazione ufficiale del dominio se ne occuperanno direttamente loro. Tu dovrai semplicemente seguire dei passaggi. Recati sulla piattaforma desiderata, inserisci il nome del dominio che vuoi acquistare nell’apposito spazio e crea il tuo sito.

Cosa manca per cominciare?

Una volta acquistato un nome dominio ed un hosting hai tutto quello che ti serve per iniziare a lavorare al tuo sito. Non andare mai di fretta ed assicurati sempre di eseguire ogni passaggio correttamente. È inoltre importante che il tuo dominio possieda il certificato SSL grazie al quale i motori di ricerca riconoscono un sito sicuro oppure no. Senza questo certificato verrai leggermente penalizzato e gli utenti che vorranno accedere al tuo sito potrebbero riscontrare avvisi di possibili minacce sulla sicurezza. Il certificato SSL è fornito gratuitamente insieme ai prodotti che acquisti, ricordati di attivarlo sempre!

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da